Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.134.957
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Giovedì 20 dicembre 2018 alle 16:31

Oggiono: ogni giorno a fine lezioni scene di ordinario ''caos'' e pericolo in zona stazione

Non è soltanto l'istituto Greppi di Monticello ad essere caratterizzato da una situazione di caos viabilistico all'orario di uscita dei ragazzi dalle lezioni. Una problematica analoga se non addirittura più seria, riguarda Oggiono, più precisamente la zona a ridosso della stazione ferroviaria.

Come dimostrano le immagini che ci sono state inviate da un lettore, ogni giorno la fermata del ''besanino'' è presa d'assalto da centinaia di studenti: da una parte ci sono i ragazzi che arrivano dalle scuole superiori di Lecco e che scendono alla stazione oggionese per fare poi ritorno da lì - attraverso i mezzi dei genitori oppure gli autobus di linea - nelle loro abitazioni. Dall'altra ci sono gli studenti del vicino istituto superiore Bachelet che al termine delle lezioni si spostano a piedi verso Piazza Stazione per prendere il pullman o il treno.

Un doppio e consistente flusso di ragazzi - ai quali si aggiungono poi altri pendolari - che rende un vero e proprio ''far west'' la situazione che si viene a creare ogni giorno, vista anche l'assenza di un adeguato numero di stalli riservati ai pullman e di spazi al servizio dei pedoni, che si riversano così in massa in mezzo alla strada, con una evidente situazione di pericolosità per loro stessi e per quella degli altri utenti in transito in quel comparto, che ospita anche alcune attività imprenditoriali.
Una criticità ormai cronica, che va avanti da anni e che come dicevamo, caratterizza anche altri comparti scolastici: da Villa Greppi a Monticello - complice la strettoia di Via dei Mille - a Via dei Lodovichi a Merate, dove hanno sede il Viganò e il liceo Agnesi. Quasi ogni giorno lo scenario è di ''ordinaria follia'', con pericolosi attraversamenti e manovre da parte dei mezzi in transito, con l'incolumità dei pedoni stessi a rischio.

Nel caso della stazione ferroviaria oggionese anche gli autisti dei pullman di linea avrebbero segnalato a più riprese la situazione di criticità all'azienda (oggi la Sab, nella quale è confluita lo scorso anno la ''vecchia'' Sal), chiedendo di prendere contatti con le istituzioni in maniera tale da poter adottare gli opportuni provvedimenti ed essere messi così in una condizione di maggiore sicurezza a tutela di loro stessi e dei ragazzi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco