Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 212.189.723
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/09/19

Lecco: V.Sora: 96 µg/mc
Merate: 112 µg/mc
Valmadrera: 101 µg/mc
Colico: 106 µg/mc
Moggio: 102 µg/mc
Scritto Martedì 05 marzo 2019 alle 15:38

Oggiono: dopo l'uscita dall'assise di parte della maggioranza, si discute su Retesalute

La seduta consiliare di lunedì 4 marzo si è aperta con un momento di raccoglimento per l'improvvisa scomparsa del sindaco di Civate, Baldassare Mauri.
«Ci siamo visti - ha dichiarato il sindaco di Oggiono Roberto Ferrari - venerdì per l'avvio dei lavori del ponte di Annone. Mi disse che avrebbe voluto continuare ad impegnarsi per la sua comunità. I fatti di oggi ci lasciano sconvolti: lo voglio ricordare come un amministratore che si è speso in toto per la sua comunità. Il suo impegno è un bellissimo ricordo per tutti i noi».



La maggioranza con i soli esponenti della Lega

Anche la minoranza di «Insieme per Oggiono» tramite il suo capogruppo Chiara Narciso si è associata a questo momento di ricordo per il primo cittadino civatese. «Anche io oggi sono rimasta sconvolta e dispiaciuta per questa notizia. Ho avuto modo di conoscere Rino e conoscere la sua semplicità, il suo forte attaccamento per il suo paese e la sua passione politica. Lascia un vuoto nella sua comunità civatese e in tutte le persone che hanno avuto a che fare con lui».
Passando al primo punto all'ordine del giorno nell'aula consiliare il clima è cambiato drasticamente. Non appena il sindaco Ferrari ha comunicato di aver revocato la nomina a vicesindaco all'assessore al Bilancio Lamberto Lietti il clima si è surriscaldato. A motivare la decisione del primo cittadino è stata la necessità di essere rappresentato da una persona di piena fiducia politica. La scelta di Lietti di correre da solo con una lista civica libera dai partiti, alle prossime elezioni, è stata alla base dell'incrinarsi dei rapporti interni con il sindaco.
Davide Bergna - capogruppo di Forza Italia e Fratelli d'Italia - è stato il primo a commentare e prendere posizione contro la decisione del sindaco annunciando l'uscita dall'aula dei consiglieri di maggioranza da lui rappresentati. In un misto fra rammarico e scontro politico, con accuse di «rappresaglia», il dibattito si è protratto per alcuni minuti fino a quando il sindaco Ferrari si è ritrovato in aula semivuota. Con lui solo i consiglieri leghisti, fedeli compagni di partito.
In aula i banchi dei consiglieri di Forza Italia e Fratelli d'Italia lasciati vuoti hanno certificato la fine di un'era della politica oggionese che proseguiva da almeno un decennio. Una mossa, quella di Ferrari, che ha minato in modo definitivo la possibilità di un accordo interno al centro destra in vista delle prossime elezioni.

Il gruppo di minoranza Insieme per Oggiono senza il consigliere Giancarlo Rusconi

Breve la discussione sui restanti punti all'ordine del giorno. Le variazioni di bilancio, in assenza dell'assessore Lietti, sono state comunicate in modo sbrigativo dallo stesso primo cittadino Ferrari.
L'adesione del comune di Oggiono a Retesalute - l'azienda speciale per l'erogazione dei servizi sociali - è stato l'unico punto realmente dibattuto.
Il consigliere Emilio Villa - in quota a Forza Italia - «vista l'importanza del tema» ha scelto di rientrare in aula dopo averla abbandonata con i suoi colleghi consiglieri di maggioranza e ha espresso voto favorevole. Astensione invece per la minoranza di «Insieme per Oggiono», una «scelta in coerenza con le posizioni assunte in precedenza» secondo il consigliere Chiara Narciso.
Con il voto favorevole dei consigliere di maggioranza rimasti in aula l'adesione a Retesalute è potuta giungere al suo atto finale dopo un percorso durato mesi.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco