Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 204.848.948
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 29/06/19

Lecco: V.Sora: 169 µg/mc
Merate: 172 µg/mc
Valmadrera: 172 µg/mc
Colico: 135 µg/mc
Moggio: 191 µg/mc
Scritto Lunedì 01 aprile 2019 alle 09:27

Costa: PGT adottato con un aggiornamento urbanistico

Adottato, allo scadere del quinquennio della giunta Panzeri, il piano di governo del territorio (Pgt) di Costa Masnaga.
"Abbiamo predisposto il piano con un lavoro proficuo e di dettaglio. Molte previsioni del vecchio PGT sono state attuate come il collegamento ciclopedonale da Tregolo a Cascina Iolanda. Tutto il documento di piano è stato attuato. Serviva però un aggiornamento della situazione socio-economica che è cambiata a seguito della crisi. Attorno al PGT ruota infatti lo sviluppo del territorio" ha spiegato l'assessore esterno all'urbanistica Maurizio Corbetta presentando le linee principali del documento.
Nel tessuto esistente erano previsti alcuni piani di recupero, anche molto estesi, che prevedevano indici volumetrici. L'indirizzo è stato superato a seguito di un trend demografico che non presenta più domande di nuove abitazioni. "Ci siamo accorti che su questi comparti c'era una maggiore attenzione al riuso mediante un intervento di natura conservativa che potesse creare al contempo servizi per il comune". L'amministrazione ha inoltre concluso l'accordo per la costruzione della vasca di laminazione e per acquisire buona parte dell'ex comparto della Holcim a Brenno (una porzione della frazione, un terreno e la torre).
Il documento è stato rivisto con una lettura più efficace e complessiva delle norme scritte nel 2012 e anche il documento di piano è stato aggiornato: di particolare rilievo è l'aggiornamento del terreno di via Roma a seguito della causa giudiziaria che gli ex proprietari avevano intentato contro il comune e che è stata vinta dall'amministrazione. Tale superficie è stata resa a vocazione produttiva per ricavare le risorse da destinare al progetto del Fabbricone. È stato inoltre eliminato il progetto degli agricoltori con la costruzione di volumi agricoli che si è rivelato non essere di interesse reale. È stato infine redatto il piano delle attrezzature religiose (PAI) secondo l'articolo 72 della legge regionale n. 12: oltre alla presenza degli edifici di culto di religione cattolica, Costa ha definitivamente normato la presenza della comunità di fede musulmana prevedendo la delocalizzazione della moschea in un'area in fregio alla statale 36.
Il comune ha accettato e inserito nel Pgt i pareri vincolanti pervenuti dalla provincia di Lecco e da Regione Lombardia. Arpa, attraverso una lettera, ha attestato che quanto già osservato in passato è stato già recepito mente ATS Insubria ha chiesto di fare precisazioni sull'eventuale incompatibilità di presenza di aziende insalubri con edifici residenziali. In questo caso c'è stato un parziale accoglimento da parte dell'amministrazione in quanto tale osservazione "potrebbe limitare il recupero del patrimonio esistente".
Tra le osservazioni giunte dai privati cittadini che l'amministrazione ha portato in assise, presentando le relative controdeduzioni, ci sono state quella del terreno di via Roma, dell'ampliamento del parcheggi di piazza Maria Assunta, la creazione di un parcheggio tra l'area mercatoria e l'oratorio e un altro presso la stazione.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco