Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.098.138
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Domenica 21 aprile 2019 alle 08:37

Casatenovo: da Valaperta a Galgiana la preghiera ''itinerante'' per le donne

Le donne del mattino, liete, che si recano per prime al sepolcro, che ascoltano gli angeli e incontrano il Risorto.

Sono state loro le protagoniste del momento di preghiera itinerante, organizzato da don Andrea Perego, vicario della comunità pastorale di Casatenovo guidata dal don Antonio Bonacina, e dalla Suore Serve di Gesù Cristo di Campofiorenzo.

Un'iniziativa diventata ormai tradizionale: sono infatti tre anni che, all'alba del sabato santo, tutte le donne casatesi sono invitate a vivere un momento di riflessione in preparazione della Pasqua di risurrezione.

Punto di partenza della preghiera itinerante, come d'abitudine, la chiesa dedicata alla Madonna della Neve, situata al confine tra Valaperta e Lomagna e recentemente restaurata.

Don Andrea

"Per me è una grande gioia, un privilegio, potervi accompagnare questa mattina e mettermi al vostro servizio", ha ricordato don Andrea, accogliendo quasi duecento donne radunate all'interno e sul sagrato della chiesina, qualche minuto prima dell'alba.

"Vi invito a vivere questo momento spirituale, abitato dallo Spirito, nel silenzio, sia all'esterno che dentro di noi. E poi vi invito a metterci davanti al Signore come donne, a cui per prime è stato l'annuncio della Risurrezione; donne senza le quali l'umanità non esisterebbe".

 

La piccola folla di donne si è poi messa in cammino, guidata da don Andrea e da Suor Daniela, nel silenzio dell'alba e della preghiera.

Il sagrato della chiesa di Valaperta, il piazzale della scuola materna e della chiesa di Sant'Anna, e poi lungo via San Biagio, fino all'incrocio con via degli Artigiani e via don Antonio Buttafava: queste le tappe percorse nel cammino silenzioso, mentre le tenebre lasciavano spazio alla luce del giorno. A scandire i passi, i brani più significativi della parola di Dio, preghiere e meditazione sulle figure di Maria di Magdala, Maria di Giacomo e Salome, le donne del mattino che hanno il coraggio di annunciare.

Meta della preghiera itinerante, la chiesa di San Biagio, come da tradizione aperta per tutta la notte per la preghiera personale davanti all'altare della reposizione.

"A noi donne per prime è stato consegnato l'annuncio della resurrezione, oggi da Gesù è stato riconsegnato a ciascuna di noi. Torniamo dunque alle nostre case, alla nostra vita di sempre con una nuova luce in cuore, con una consegna che non può essere disattesa. Andate dai miei fratelli e dite loro che Gesù è risorto a vita nuova e desidera donare a ciascuno vita piena, ricolma di Suoi Beni, che portano solo serenità, gioia e pace, che tanto desideriamo", hanno pregato le donne di fronte all'altare, prima dei saluti finali da parte di don Andrea con la consegna di un piccolo dono. "Grazie per la preghiera e per il cammino condiviso insieme. Grazie a chi ha organizzato questo momento, in particolare suor Daniela con le altre suore. Vogliamo donarvi un sapone profumato, simbolo del mandato a diffondere il profumo di Cristo a chiunque incontreremo sul nostro cammino. L'annuncio della Risurrezione deve risuonare non solo con le parole, ma con gesti che rivelano la sua presenza", ha concluso don Andrea.


A concludere la mattina, una colazione insieme sul sagrato della chiesa, preparata dai volontari degli oratori di Valaperta e Galgiana.

L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco