Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 204.533.142
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 29/06/19

Lecco: V.Sora: 169 µg/mc
Merate: 172 µg/mc
Valmadrera: 172 µg/mc
Colico: 135 µg/mc
Moggio: 191 µg/mc
Scritto Lunedì 29 aprile 2019 alle 19:43

Casatenovo: le cooperativa dei lavoratori avvia la procedura di fallimento coatto. Arriverà un commissario liquidatore


Avviato il fallimento coatto della Cooperativa dei lavoratori della Brianza di Casatenovo per restituire i soldi ai soci prestatori. Nelle scorse settimane è stato infatti prodotto il provvedimento del Ministero dell'Economia che fa partire la procedura.
Come ormai noto, le prime avvisaglie di difficoltà della società si erano palesate alla fine del 2017 quando ad alcuni soci era stato impedito di riscuotere le somme che avevano accantonato negli anni. La decisione di alcuni di loro di adire le vie legali, unita all'impossibilità di procedere ai rimborsi richiesti dai soci prestatori e alle difficoltà nel regolare il pagamento dei fornitori delle merci dei supermercati, aveva spinto il consiglio d'amministrazione a deliberare, nel febbraio 2018, di avviare una procedura di concordato preventivo. Procedura di fatto mai partita per l'elevato importo di apertura della pratica, circa 200-250 mila euro da depositare presso il Tribunale al momento della richiesta di concordato.
E così, nel luglio 2018, all'assemblea per l'approvazione del bilancio, si era deliberato di rielaborare il documenti sulla base dei criteri di liquidazione al fine di poter procedere con una domanda di liquidazione coatta amministrativa. L'indebitamento della società che impedisce di proseguire nell'attività sociale era stato infatti rilevato sulla base di un decreto ingiuntivo prendente presso il tribunale di Lecco.
A distanza di oltre sei mesi, è stata avviato il fallimento coatto, una procedura concorsuale analoga al fallimento ma riservata alle Cooperative. In sostanza questo comporta la nomina, da parte del ministero dello sviluppo economico, di un commissario liquidatore che provvederà a stilare un piano di liquidazione. Il consiglio d'amministrazione a questo punto è privato di ogni potere di gestione, mentre ogni tipo di azione giudiziale intentata dai soci verrà bloccata.


Per contenere la perdita di esercizio e salvaguardare il patrimonio aziendale, la cooperativa aveva scelto di rinunciare alla gestione diretta dei punti vendita: i tre supermercati di Ronco Briantino, Casatenovo e di Cazzano (frazione di Besana Brianza) erano stati affittati con la licenza ad altre società. Inoltre, l'intenzione era quella di mettere in vendita anche i beni immobili della Cooperativa il cui valore, secondo la perizia redatta - parecchi mesi fa - da un consulente iscritto all'Albo dei CTU del Tribunale di Lecco, ammonterebbe a circa 10.000.000 euro. Resta tuttavia da considerare che, in casi come questo, la liquidazione dei beni immobili non tiene più conto delle normali dinamiche di libero mercato.
Infine, se è vero che, al fine della tutela dei creditori, la procedura del concordato è più snella, pur richiedendo una cospicua somma iniziale per l'apertura della pratica, il procedimento di liquidazione è piuttosto lungo e il rischio è che non ci sia la garanzia di essere soddisfatti dei risparmi. Dall'altro lato della medaglia, con questa procedura, viene nominato un pubblico ufficiale che offre tale tipologia di garanzia: il suo obiettivo è infatti quello di soddisfare i creditori.
Articoli correlati:
24.07.2018 - Cooperativa lavoratori: approvato il bilancio, si pensa a una procedura di liquidazione
17.05.2018 - Casatenovo: Coop.Lavoratori della Brianza, Adiconsum scrive al CdA per avere notizie su concordato preventivo e prestito ai soci
23.10.2017 - Casatenovo, Cooperativa Lavoratori della Brianza: Adiconsum chiede un incontro urgente per ''fare luce'' sul prestito sociale
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco