Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.044.983
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Venerdì 21 giugno 2019 alle 15:22

Costa M.ga: sfide sotto canestro al 5° torneo "S...punti di legalità" organizzato con Arci

Sotto canestro o fuori dall’arco si sono susseguiti i tiri al campetto di Brenno, Costa Masnaga, per degli “S...punti di legalità”. Ormai giunto alla quinta edizione, il torneo 3 contro 3 di basket ha lasciato soddisfatti – complice il bel tempo – partecipanti ed organizzatori insieme. Una giornata intera di sport che, a dispetto del nome, ha visto trionfare al termine “Gli Improbabili”.

Per loro la possibilità di partecipare alla fase regionale del Summer Basket Tour di UISP (di cui il torneo di Costa Masnaga è una tappa integrante) nella speranza di guadagnarsi l’accesso alle finali nazionali che si svolgeranno a Pesaro. Non si sono risparmiati in rimbalzi, tiri in sospensione, ball handling da capogiro e palle rubate nemmeno i secondi e i terzi classificati, rispettivamente “KG&F” e “Il baffo del mammut”.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

La scelta di svolgere la manifestazione sportiva al playground di via Sant’Ambrogio è tutt’altro che casuale. Il campetto è sorto su un bene confiscato per volontà dell’amministrazione comunale allora in carica nel 2012. Quindi l’idea di alcuni giovani appassionati di pallacanestro di mettere in piedi un torneo per praticare contemporaneamente sport e legalità. L’evento, che ha coinvolto una cinquantina di ragazzi, è stato organizzato da Arci Lecco e GAO, in collaborazione con UISP, KG & Family e Libera Lecco.

Dopo pranzo e la successiva gara del tiro da tre punti, sono state spiegate le finalità che da sempre hanno alimentato il torneo: promuovere una cultura della legalità attraverso lo sport, e far conoscere la storia del campetto. Proprio per questo gli organizzatori si sono impegnati di sviluppare per la prossima edizione una mostra che ripercorra la storia del bene confiscato. Immancabile la presenza durante questo breve momento di riflessione del vice sindaco Cristian Pozzi, che è stato ringraziato per la fattiva collaborazione.

Con lui alle premiazioni hanno partecipato i neo consiglieri comunali Andrea Bianco e Paolo Redaelli. Per i vincitori del torneo e della gara da 3 sono stati consegnati dei pacchi solidali con i prodotti alimentari della cooperativa di Corleone “Lavoro e Non Solo” e di Libera Terra, che operano sui terreni confiscati alle mafie. Per i secondi e i terzi classificati invece la possibilità di un aperitivo gratuito ai circoli Arci La Lo.Co. di Osnago e Spazio Condiviso di Calolziocorte.

Alle premiazioni è intervenuta anche la prof.ssa del Bertacchi di Lecco Valeria Cattaneo, referente del Centro di Promozione della Legalità, per portare all’attenzione le iniziative della Rete Lecchese per la Promozione del Gioco positivo, in particolare per promuovere la relativa sottoscrizione della carta dei valori.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco