Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.011.648
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Giovedì 27 giugno 2019 alle 10:58

Greppi: Erika si aggiudica il 15.mo concorso nazionale di IFOM, l'istituto per la ricerca sul cancro

Brillante risultato per Alessandro Limonta ed Erika Donato, due meritevoli studenti di 18 anni rispettivamente del Liceo Statale Agnesi di Merate e dell'Istituto superiore Greppi di Monticello Brianza. I due ragazzi hanno vinto la 15a edizione del concorso nazionale "Lo Studente Ricercatore" indetto dall'IFOM di Milano, istituto rinomato a livello internazionale nella ricerca sul cancro. Alessandro ed Erika hanno brillantemente superato un difficilissimo test d'ammissione insieme ad altri 8 giovani promettenti studenti che sono stati selezionati tra centinaia di candidati provenienti da tutta Italia.

Erika Donato, studentessa del Greppi

"Lo Studente Ricercatore" è un progetto unico nel suo genere promosso da IFOM: consente ogni anno a una ristrettissima selezione di eccellenti liceali di vivere in prima persona la ricerca scientifica, lavorando intensamente per 15 giorni fianco a fianco con ricercatori provenienti da tutto il mondo. I ricercatori che lavorano in IFOM provengono infatti da circa 25 Paesi nel mondo.
Alessandro, che nella sua Merate si divide tra la passione per le scienze e quella per la pallavolo a livello agonistico, e Erika, che a Monticello coniuga invece la scienza con il canto in un coro riconosciuto a livello internazionale, sono ora a Milano ed hanno iniziato lunedì 24 giugno il loro stage di 15 giorni soggiornando nella guest house internazionale di IFOM. Dopo questa esperienza nei laboratori di IFOM, Alessandro proseguirà la sue estate con una tabella di marcia decisamente sfidante: uno stage a Napoli di preparazione alle IBO (International Biology Olympiad), poi le IBO in Ungheria, un pò di vacanza in Russia, quindi uno stage di Matematica Senior a Pisa... e finalmente un po' di riposo. Erika invece proseguirà la sue estate a studiare per l'ultimo anno di Superiori in previsione della maturità, dedicherà un pò di tempo alle amiche e si preparerà per un importante concorso internazionale con il suo coro.
In particolare Qui in IFOM Alessandro sarà impegnato nell'unità di Meccano-oncologia,dove le cellule tumorali vengono studiate secondo l'approccio interisciplinare emergente della meccanobiologia, sotto la guida della ricercatrice Camilla Galli, mentre Erika sarà operativa nell'unità di Proteomica Funzionale sotto la guida del ricercatore Paolo Soffientini.
Si tratta di due aree molto promettenti nell'ambito della ricerca sul cancro e per Alessandro ed Erika è una bella scommessa passare dai banchi di scuola alla prova del bancone di laboratorio.

Alessandro Limonta

Una piccola grande sfida che costituisce forse il primo passo in un percorso di formazione e carriera scientifica che Alessandro, Erika e gli altri 8 studenti-ricercatori potrebbero intraprendere dopo la maturità che li aspetta tra un anno: dalle statistiche relative agli anni passati emerge infatti che oltre il 90 % dei ragazzi che hanno partecipato in questi 14 anni a "Lo Studente Ricercatore" hanno scelto di imboccare un percorso universitario in ambito scientifico, dalla medicina (39%) alle scienze biologiche fino alle biotecnologie (22%) e altre facoltà come matematica e fisica (29%). Il 91% dei partecipanti ha ritenuto molto determinante proprio l'esperienza di "Studente Ricercatore" in IFOM nella scelta della facoltà universitaria. (per dettagli vedi: https://www.ifom.eu/it/scienza-societa/sperimenta-con-noi/summer-school.php)
In questa direzione giocano senz'altro un ruolo fondamentale anche le scuole del territorio come l'Agnesi di Merate e l'IIS Greppi di Monticello Brianza, impegnati nell'offrire ai ragazzi formazione di qualità e, al tempo stesso, nell'aiutarli all'orientamento verso le scelte future. E ovviamente ai docenti di questi studenti, come la professoressa Lorena Belotti e il dirigente scolastico Antonio Cassonello, che hanno proposto la candidatura di Alessandro al concorso e la professoressa Elena Conforti e il dirigente scolastico Anna Maria Beretta, che hanno proposto la candidatura di Erika.

Alessandro Limonta

-Quali sono le tue aspirazioni?
Amo le discipline scientifiche e sono fermamente intenzionato a proseguire il mio percorso di studi, in ambito universitario, scegliendo il corso più idoneo ai miei sogni, alle mie inclinazioni e alle mie aspettative. L'obiettivo finale è quello di realizzarmi in ambito lavorativo mettendo a frutto quanto appreso durante gli anni di studio.

-Cosa vorresti fare da grande?
Il ricercatore.

-A che facoltà ti vorresti iscrivere?
Biologia o Biotecnologie.

-Quali sono le tue materie preferite?
Biologia, Chimica, Matematica.

-Quali sono le tue passioni?
Una mia grande passione è la pallavolo: gioco a livello agonistico da molti anni e ho appena concluso il campionato territoriale Under 18 e quello di Seconda Divisione. Amo viaggiare, per scoprire nuovi paesi e culture.

-Quali sono i tuoi hobby?
La lettura.

-Com'è nata la tua passione per la scienza?
La scienza mi ha sempre affascinato sin da bambino e ho sempre desiderato scoprire le cause dei fenomeni naturali nel mondo che mi circonda. La scuola ha ovviamente rafforzato questi miei interessi.

-Come hai saputo del bando di concorso "lo studente ricercatore"?
Sono stato informato dalla mia professoressa di Scienze Naturali.

-Perché hai fatto richiesta?
Ritenevo lo stage un'ottima opportunità per l'approfondimento di tematiche di mio grande interesse.

-Il test di selezione è stato difficile?
No, penso fosse adeguato per il livello di conoscenza atteso per i candidati allo stage.

-Cosa ti aspetti da quest'esperienza?
Mi aspetto di meglio comprendere cosa si cela dietro il mondo della ricerca e di meglio indirizzare le mie scelte per il futuro percorso universitario.

-Cos'hai provato quando ti è stato comunicato che avevi vinto?
Ho appreso la notizia con grande gioia ed emozione.

-Come passerai il resto delle vacanze estive?
Oltre allo stage presso l'IFOM, ho in programma uno stage a Napoli di preparazione alle IBO (International Biology Olympiad), IBO in Ungheria, vacanza in Russia, stage Matematica Senior a Pisa e ovviamente un po' di riposo.


Erika Donato

-Quali sono le tue aspirazioni?
Spero un giorno di poter essere una delle poche persone che svolgono un lavoro che amano e che porta benefici alla società

-Cosa vorresti fare da grande?
Mi piacerebbe lavorare in campo medico, anche se non sono ancora sicura dell'ambito specifico.

-A che facoltà ti vorresti iscrivere?
Proverò ad iscrivermi a medicina e chirurgia.

-Quali sono le tue materie preferite?
Alle materie umanistiche preferisco sicuramente quelle scientifiche, ma tra queste non saprei quale scegliere, forse chimica o biologia.

-Quali sono le tue passioni?
Amo il mondo della musica e i romanzi, soprattutto storici.

-Quali sono i tuoi hobby?
Nel mio tempo libero prendo lezioni di pianoforte e canto in un coro riconosciuto a livello internazionale.

-Com'è nata la tua passione per la scienza?
Il mondo scientifico mi ha sempre affascinata, già alle elementari avrei volentieri sacrificato un'ora di italiano per una di matematica o scienze.

-Come hai saputo del bando di concorso "lo studente ricercatore"?
È stata la mia professoressa di scienze che mi ha proposto questa sfida.

 
-Perché hai fatto richiesta?
Ho fatto richesta perché pensavo fosse un'ottima possibilità di entrare in contatto diretto con una realtà che potrebbe diventare, dopo il liceo, anche la mia.

-Il test di selezione è stato difficile?
Devo ammettere che è stata una vera e propria sfida, nella quale però sono stata davvero felice di cimentarmi.

-Cosa ti aspetti da quest'esperienza?
Mi aspetto di riuscire a capire meglio quello che è il mondo della ricerca e ampliare il mio bagaglio culturale grazie alla collaborazione con abili scienziati.

-Cos'hai provato quando ti è stato comunicato che avevi vinto?
Ero davvero emozionata, sinceramente non me lo aspettavo, so che la selezione è dura perché sono molti i ragazzi che da tutta Italia cercano di guadagnarsi quest'esperienza, perciò ero, e lo sono tuttora, davvero felice!

-Sei mai stata fuori casa così a lungo?
No, a settembre, grazie ad un progetto europeo, ho potuto vivere per l'intero mese in una famiglia francese, e ospitare poi, a mia volta.
 
-Come passerai il resto delle vacanze estive?
Ovviamente studiando perché l'anno prossimo mi aspetta la maturità, con le amiche, perché il tempo con loro durante l'anno scolastico è sempre molto poco e poi preparandomi per un concorso europeo che farò in agosto col coro.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco