Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 205.002.214
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 18/07/19

Lecco: V.Sora: 152 µg/mc
Merate: 142 µg/mc
Valmadrera: 169 µg/mc
Colico: 127 µg/mc
Moggio: 149 µg/mc
Scritto Venerdì 28 giugno 2019 alle 18:25

Casatenovo: decise le indennità mensili di sindaco-assessori. Ecco quanto percepiranno

Sono stati stabiliti nei giorni scorsi gli emolumenti spettanti alla nuova giunta comunale di Casatenovo. Il calcolo degli stipendi si basa su quelle regole stabilite dal decreto legislativo 267/2000 e dal decreto del Ministero dell'Interno nr.119 del 4.4.2000, tenendo conto inoltre di altri parametri stabiliti dalle normative e della condizione lavorativa degli amministratori.
In particolare l'indennità si dimezza se l'amministratore è un lavoratore dipendente e non si mette in aspettativa; quelle di vicesindaco e assessori vengono calcolate in proporzione a quella del sindaco, il 55% nel primo caso, il 45% nel secondo.
Nel caso specifico di Casatenovo il sindaco Filippo Galbiati ha rinnovato la scelta di rinunciare alla metà del suo compenso (come nel precedente mandato), allineandosi nuovamente a quanto aveva deciso il predecessore Antonio Colombo nei dieci anni da primo cittadino.

Il sindaco Filippo Galbiati e gli assessori Marta Comi, Gaetano Caldirola, Marta Picchi, Dario Brambilla e Guido Pirovano

Secondo quanto si legge sul documento pubblicato all'albo pretorio del Comune, a Galbiati (lavoratore dipendente e quindi soggetto ad una ulteriore riduzione del 50% dell'indennità) andranno 718.13 euro lordi mensili.
Lievemente superiore - ossia pari a 789.95 euro lordi - è invece la cifra che spetta al vicesindaco Marta Comi, mentre tutti gli assessori percepiranno 646.32 euro lordi mensili se dipendenti non in aspettativa, come nel caso appunto di Dario Brambilla, Gaetano Caldirola, Marta Picchi e Guido Pirovano.
I consiglieri - di maggioranza e opposizione - percepiranno invece un gettone di presenza sulla base della frequenza alle singole sedute consiliari, che nello scorso mandato amministrativo si attestava sui 20.59 euro.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco