Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.779.163
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Domenica 30 giugno 2019 alle 09:56

Molteno: il comune rinuncia ad un finanziamento regionale

Variazione urgente al bilancio comunale di Molteno. L'amministrazione ha portato in consiglio la ratifica di quanto approvato dalla giunta comunale qualche giorno prima.
Come spiegato dal consigliere delegato alla partita Marcello Casiraghi, le novità principali sono principalmente due. La prima riguarda un incremento di 37.000 euro dello stanziamento di fondi per la verifica sismica degli edifici di proprietà comunale. "Tale modifica deriva anche dalla situazione del territorio italiano che è mutata negli ultimi anni. Dopo il terremoto in Emilia Romagna, sono cambiate le leggi sismiche e anche la Lombardia stessa è stata declassata, diventando una zona più rischiosa" ha precisato Casiraghi.

La seconda variazione riguarda il contributo regionale da destinare alla riqualificazione del campo di viale Consolini. L'amministrazione ha deciso di restituire la somma di 60.000 euro perché avrebbe coperto solo un quarto della spesa. "Erano una parte delle risorse rispetto ai 150.000 euro necessari per realizzare l'intervento. Abbiamo deciso di rinunciare la progetto. Dal momento che la Regione ha già erogato il contributo, dobbiamo provvedere a restituire la somma". Su questo aspetto si è mostrato critico Ferdinando De Capitani, del gruppo di opposizione: "Faccio fatica a comprendere come si possa rinunciare a un contributo. Anziché astenermi, voterò contro questa variazione perché credo si possano trovare altre formule per non perdere il finanziamento".
Le altre variazioni riguardano l'aumento dei costi delle utenze, le spese per il sociale, gli arretrati IMU e Tari. A questi va ad aggiungersi l'affidamento a un soggetto esterno per la gestione della tassa sui rifiuti. Il costo, di 6.000 euro per il 2019 e 10.000 euro per i successivi due anni, è compensato dal pensionamento avvenuto nell'ufficio finanziario.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco