Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.779.090
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Martedì 16 luglio 2019 alle 10:26

Lago Pusiano: spettacolo su Stendhal all’isola dei Cipressi

La cornice è stata davvero d'eccezione per lo spettacolo itinerante "Alla ricerca della felicità", proposto dall'Università del Monte di Brianza su produzione di Stendhart.

Lo scorso fine settimana l'evento si è tenuto sull'Isola dei Cipressi, l'isolotto sul lago di Pusiano di proprietà della famiglia Gavazzi. Lo spettacolo proposto è stato un vero successo con apprezzamenti da parte del pubblico che ha potuto essere presente in un luogo magico e godere della rappresentazione, magistralmente interpretata dagli attori, dalla giovane soprano Chiara Amati e con l'accompagnamento musicale di Giuseppe Mazzoleni e Luca Redaelli.

L'attore Nicola Bizzarri ha cercato di ricostruire la figura di Henry Beyle, in arte Stendhal, originario di Grenoble ma sempre alla ricerca di una felicità ancora mai provata. "Lo scrittore per tutta la vita ha cercato se stesso, ha cercato di capire chi fosse realmente, indossando molte maschere e chiamandosi con nomi diversi, una ricerca compulsiva, che lo ha portato a viaggiare, ad amare, a scrivere, scoprendo che il suo viaggio aveva una unica destinazione, la felicità. E così cercherà "la gioia di vivere", come lui stesso la descriveva, nel lavoro, nelle donne, nella scrittura, ritrovandola nei viaggi, nello stupore dei bei paesaggi e nella bellezza dell'arte".

In scena era presente un unico attore che, con una maschera, ha interpretato i diversi Stendhal, ora timido ed incapace di relazionarsi con le donne di cui era innamorato, ora seduttore e amante, e ancora, arruolato nell'esercito o incantato di fronte ai bei paesaggi. Ad accompagnarlo sono state presenti due figure che hanno interpretato le diverse relazioni dello scrittore: le ballerine e coreografe Loredana Mazzoleni e Marta Milesi hanno provato a interpretare alcuni momenti della sua vita. Diverse sono state le relazioni affettive infelici dello scrittore che poi conobbe Metilde, donna che amò più di altre.

Lo spettacolo, che ha debuttato nel 2018 sul lago di Oggiono, a distanza di 200 anni dal viaggio di Stendhal in Brianza, è stato riproposto in questa esclusiva cornice. L'obiettivo dell'Università del Monte di Brianza resta quello di "provare a promuovere il nostro territorio attraverso le figure di letterati quali Stendhal che hanno decantato la bellezza, capace di regalare felicità".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco