• Sei il visitatore n° 339.373.847
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 14 settembre 2019 alle 18:30

Riabushenko vince la Coppa Agostoni. Passaggio nel casatese con salita al Lissolo

Con il weekend in corso è tornato in scena il grande ciclismo, aprendo di fatto la seconda parte di stagione. Nella giornata di oggi infatti, si è svolta la prima delle gare del Trittico Regione Lombardia, la Coppa Agostoni - Giro delle Brianze.

Il passaggio della gara a Barzanò verso la SP51

La celebre gara ciclistica ha avuto partenza e arrivo, come di consueto, nella città di Lissone, ma il percorso si è snodato sia nel territorio monzese che in provincia di Lecco, dove il circuito di quattro giri del Lissolo ha impegnato una buona parte della gara.
Entrati in provincia da Cassago, i ciclisti si sono diretti a Cremella e poi a Barzanò, per arrivare a Bevera e a Sirtori.

Qui iniziava il circuito che prevedeva la salita a Colle Brianza, passando per La Valletta e Castello, e la discesa nel territorio meratese nei pressi di Santa Maria Hoè e La Valletta Brianza (Rovagnate). Da qui i partecipanti sono saliti al Lissolo, un tratto immancabile della competizione brianzola, per poi tornare a Sirtori e, una volta compiuti i quattro giri del circuito, scendere a Barzanò e dirigersi poi verso la provincia monzese.

Il pasaggio in centro a Sirtori

La gara è stata da subito combattuta. Dopo i primi cento chilometri, Martinez, Cozar e Conca sono apparsi in testa, con Astana che dettava l'andatura della vetta; poco più indietro però, c'era il gruppo che piano piano recuperava il distacco dalle prime posizioni.

La salita del Lissolo

Ad una quarantina di chilometri dal traguardo, invece, si era formato un gruppo di undici corridori: Ciccone, Garosio, Lutsenko, Riabushenko, Masnada, Rota, Visconti, Cherkasov, Vlasov, Barguil e Avila. Di questi, Lutsenko e Riabushenko si sono poi distaccati di una decina di secondi, andando quindi a creare un duello negli ultimi 10 chilometri; il gruppo, in effetti, non sembrava avere le forze di un inseguimento.

Nello sprint finale, è stato Alexandr Riabushenko, il prospetto del Team Emirates, ad avere la meglio sul più esperto kazako del Team Astana, superandolo prima del traguardo. Il giovane è stato bravo ad aspettare l'ultimo momento utile per sorpassare Lutsenko e impedendogli di recuperare, andando così ad agguantare la sua prima vittoria da professionista. Il terzo posto è andato al russo Cherkasov della Gazprom, mentre gli italiani Rota e Visconti si sono piazzati rispettivamente al quarto e quinto posto.

Come ogni anno, notevole è stato lo sforzo organizzativo, grazie alla presenza degli agenti di polizia locale, dei carabinieri, poliziotti e volontari della protezione civile a regolare il transito dei mezzi durante il passaggio della gara e garantire la sicurezza sul percorso.
Discreta anche la presenza di pubblico, che si è recato numeroso ai bordi delle strade per seguire il passaggio dei ciclisti, soprattutto nei centri abitati e nel tratto del Lissolo, dove le strade erano molto affollate.

Dopo la 73° edizione della Coppa Agostoni, il Trittico lombardo proseguirà domani con la Coppa Bernocchi (a cura dell'Unione Sportiva Legnanese) e l'8 ottobre con la Tre Valli Varesine, organizzata dalla Società Ciclistica Alfredo Bindasi.
A.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco