Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.270.474
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 22 settembre 2019 alle 16:35

''Cassago chiama Chernobyl'' ha inviato in Ucraina un tir carico di materiale sanitario

E’ stata portata a termine l’ultima consegnata organizzata dall’associazione “Cassago chiama Chernobyl”, che da tempo si occupa di accogliere per brevi periodi bambini provenienti dalla città ucraina colpita ormai più di trent’anni fa da disastri irreparabili.



Non si è trattato della prima donazione, ma di una molto consistente, che ha visto consegnati all’ospedale regionale di Chernihiv - il quale prevede in totale 650 posti letto - 400 nuovi letti ospedalieri molto recenti e in ottime condizioni. L’obiettivo che ci si è dati con i medici è quello di sostituirli tutti.



Sono stati donati inoltre tre importanti macchinari, molto recenti ma non più di ultima generazione qui in Italia, come ad esempio il mammografo - il primo mai posseduto dall’ospedale ucraino  -che permetterà di diagnosticare eventuali tumori al seno. Consegnati anche un ecografo e un defibrillatore ed è in programma la consegna di due ambulanze fornite dall’associazione di volontari “San Nicolò” di Lecco e dall’ospedale “Villa Beretta” di Costa Masnaga. Queste vanno ad aggiungersi alle precedenti tredici già operative e che svolgono un importante lavoro sulla popolazione della regione di Chernihiv.



Armando Crippa, presidente dell’associazione si è detto molto felice di aver portato a termine la consegna e ha ringraziato personalmente il dottor Giacomo Molteni, Aleandro Bonanomi e Gianfranco Ravasio per l’importante contributo dato.
E’ in programma per il mese prossimo una cerimonia presso l’ospedale “Villa Beretta” come ringraziamento per l’ambulanza donata e sono iniziati i preparativi per il periodo di accoglienza dei bambini ucraini, della durata di un mese, previsto per il periodo natalizio.
T.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco