Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.425.996
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 31/10/19

Lecco: V.Sora: 32 µg/mc
Merate: 42 µg/mc
Valmadrera: 32 µg/mc
Colico: 35 µg/mc
Moggio: 68 µg/mc
Scritto Martedì 22 ottobre 2019 alle 15:59

Oggiono: gestione esterna per Villa Sironi? Prima va chiusa la causa con il progettista

«Le strade sono più di una, le vogliamo valutare tutte». Chiara Narciso - sindaco di Oggiono - ha lasciato le porte aperte sul futuro di Villa Sironi. Le modalità con cui la struttura potrebbe essere affidata in gestione sono state oggetto di dibattito nella seduta consiliare di lunedì 21 ottobre.

Villa Sironi durante un recente appuntamento pubblico

L'occasione è scaturita da un'interpellanza presentata dal consigliere Lamberto Lietti. Il gruppo di minoranza "Per Oggiono", da lui guidato, ha chiesto chiarimenti all'amministrazione a seguito di alcune intenzioni di gestione futura del bene immobiliare manifestate dall'assessore alla cultura Giovanni Corti e dallo stesso sindaco Narciso.
A quali soggetti potrebbe essere affidata la villa, cosa intenda l'amministrazione con il termine «gestione», come sono stati stimati e a su chi graveranno i costi di gestione ordinari e straordinari del bene, come potrebbe essere fatto l'affidamento, se a titolo gratuito o a canone agevolato, e se l'impianto di riscaldamento sia attualmente funzionante sono state solo alcune delle richieste di chiarimento avanzate dalla minoranza.
«L'obiettivo dell'amministrazione comunale - ha risposto il sindaco Narciso alle domande contenute nell'interpellanza - è quello di fare in modo che la villa e il suo parco tornino ad essere luoghi frequentati dai cittadini oggionesi. Auspicando la convivenza all'interno dell'immobile di diverse funzioni anche al fine di rendere possibile una suddivisione delle spese». Le soluzioni per riuscire a ottenere questo obiettivo, fissato già in campagna elettorale, sono - come ha spiegato il sindaco - «più di una» e sono «tutte al vaglio dell'amministrazione comunale e degli uffici competenti».

Il sindaco Chiara Narciso e l'assessore Giovanni Corti

Sui costi di gestione della struttura Narciso ha chiarito che sono attualmente al vaglio dei tecnici del comune. «Partendo dai costi attuali - ha spiegato - verranno valutati anche i costi derivanti da un maggiore utilizzo della villa».
L'impianto di riscaldamento - per stessa ammissione del sindaco - non è ora in funzione. «Allo stato attuale - ha precisato Narciso - risulta in corso una consulenza tecnica disposta dal Tribunale di Lecco nell'ambito della vertenza sorta con il progettista». Una vicenda che potrebbe continuare a protrarsi per alcuni mesi. Infatti, se la consulenza, a seguito di una proroga, dovrebbe concludersi entro la fine dell'anno, il momento in cui l'amministrazione potrà tornare a intervenire sull'impianto non è definito. «Non appena ci sarà la soluzione della vertenza» ha spiegato il sindaco. Ribadendo l'intenzione per l'amministrazione di intervenire sull'impianto non appena possibile «affinché ne sia garantito il pieno funzionamento», per fare in modo che questa problematica «non limiti» il percorso che la maggioranza intende avviare sull'affidamento di Villa Sironi.

Chiarimenti che non hanno per nulla soddisfatto Lamberto Lietti. «Ritengo - ha dichiarato il consigliere - che la campagna elettorale sia finita e ora siamo in una fase di operatività. Non valuto la sua risposta come esauriente».
Lietti ha criticato il fatto che non siano stati ancora quantificati i costi di gestione della struttura e esprimendo perplessità sulle tempistiche della possibile ultimazione dell'impianto di riscaldamento. «Forse - ha concluso - è stato prematuro fare un discorso e metterlo a conoscenza dei cittadini quando non si hanno ancora idee chiare sul futuro e su come possa essere utilizzata la villa. Tutti siamo d'accordo sul fatto che venga usata, ma qui stiamo mettendo il carro davanti ai buoi».

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco