Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.173.655
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Sabato 30 novembre 2019 alle 08:57

Monticello: torrente Bevera, velocità dei mezzi a Sorino e centro rifiuti in consiglio. Un ''tavolo'' sui 2 asili? Proposta bocciata

Tre interrogazioni e due mozioni all'ordine del giorno del consiglio comunale di martedì 26 novembre, promosse dal gruppo di minoranza Vivere Monticello.
L'opposizione capitanata da Ausilia Fumagalli ha infatti sollevato alcune questioni di fronte alle quali la maggioranza del sindaco Alessandra Hofmann e gli assessori delegati hanno risposto in alcuni casi accogliendo richieste e suggerimenti, ma nella maggioranza dei casi mantenendo con fermezza la propria posizione.

Da sinistra il vicesindaco Davide Gatti, il sindaco Alessandra Hofmann e il segretario dr.Mario Blandino

La prima mozione discussa riguardava la proposta di aderire alla convenzione per lo svolgimento della funzione associata del Difensore Civico Territoriale tra il Comune e la Provincia di Lecco per potenziare l'assistenza ai cittadini in caso di controversia con enti pubblici. La proposta è stata accolta favorevolmente dalla maggioranza che l'ha approvata all'unanimità impegnandosi a stipulare la convenzione nel 2020 e valutandone poi a fine anno l'efficacia e la funzionalità.

Da destra i consiglieri Sironi, Best, Mucci e Fumagalli (Vivere Monticello)

Questione più delicata è stata invece quella relativa alla proposta di creare un tavolo di lavoro con le scuole dell'infanzia del territorio di Monticello (asilo Bocconi nel capoluogo e scuola parrocchiale di Cortenuova) per contribuire ad una riorganizzazione interna dell'offerta, al fine di evitare la "fuga" di possibili iscritti. Il sindaco Alessandra Hofmann non ha accolto questa mozione ritenendo che imporre delle soluzioni nelle questioni interne degli asili sarebbe innanzitutto inopportuno e si potrebbe scontrare con il lavoro dell'attuale commissione formata da rappresentanti della maggioranza e della minoranza che già monitora la situazione in entrambe le strutture, dialogando con i rispettivi ''vertici''. La mozione è stata bocciata dalla maggioranza; insoddisfatto a questo proposito il capogruppo di minoranza Ausilia Fumagalli, che invece ha ribadito come la mancata istituzione di un rapporto più stretto con i due asili paritari al fine di armonizzare la loro offerta e supportarli nella loro opera di rinnovamento interno significa, da parte di un'amministrazione comunale, non avere lungimiranza e condannare a una breve vita gli asili esistenti già in difficoltà a causa del calo demografico.

Ausilia Fumagalli, capogruppo di Vivere Monticello

Vivere Monticello ha chiesto poi informazioni più dettagliate relativamente al passaggio dei veicoli in via Sorino, che ancora oggi, nonostante l'imposizione del limite di velocità, costituiscono un pericolo per residenti e passanti a causa dell'elevata percorrenza dei mezzi in transito. È stato ancora il primo cittadino a rispondere alla minoranza. "I controlli nella via avvengono secondo la disponibilità della nostra Polizia Locale, composta da soli due agenti, e non ci sono telecamere che al momento controllano il transito su quel tratto. Stiamo valutando altre ipotesi per installare meccanismi di sorveglianza, con un intervento che copra anche tutte le altre zone più critiche del paese. Non vogliamo modificare il limite di velocità, pensiamo invece che sia meglio cercare di porre in essere e far rispettare tale limite impiegando maggiormente le risorse di cui disponiamo".

Da sinistra il capogruppo di Rinnoviamo Monticello Marco Pirovano e gli assessori Luca Pozzi e M.Teresa Colombo

Un'altra situazione affrontata in assise riguarda il torrente Bevera dopo gli sversamenti di sostanze inquinanti nel suo corso (in località Cortenuova per la precisizione) e le condizioni del collettore sito in località Magritto, al confine con Barzanò. L'assessore all'ecologia Luca Pozzi a tal proposito ha elencato tutti i sopralluoghi che sono stati compiuti dall'ultimo episodio, con l'intervento anche del Parco Valle Lambro e di Lario Reti Holding, con il quale ci sarà un altro incontro nei prossimi giorni per controllare nuovamente la situazione del torrente. ''L'amministrazione - ha sottolineato l'assessore - vuole fare una forte opera di sensibilizzazione tra la cittadinanza per evitare ulteriori episodi di sversamento, di abbandono dei rifiuti e di uso inappropriato di scarichi con la distribuzione di un calendario che illustra le conseguenze positive e negative di ogni nostro piccolo gesto quotidiano''.

Il sindaco Alessandra Hofmann

La minoranza ha poi richiesto chiarimenti sul futuro della convenzione stipulata con l'associazione A.V.A.M. per la gestione del centro comunale di raccolta dei rifiuti. Anche in questo caso l'assessore Pozzi ha dichiarato la disponibilità dell'amministrazione a proseguire la collaborazione con il sodalizio studiando con esso possibili soluzioni future per rimediare alla carenza di volontari. Attualmente ci sono già dei possibili candidati che potrebbero sostituire i più anziani e il 12 ottobre, in occasione dell'incontro di presentazione dell'associazione all'amministrazione e alla cittadinanza sono stati reclutati alcuni potenziali volontari che si spera possano aiutare a continuare a garantire questo importante servizio.
Infine la proposta di Vivere Monticello di istituire una giornata del volontariato - che a detta della maggioranza, sembrerebbe focalizzarsi solo esclusivamente su una tematica, cioè quella ambientale, che non restituisce il senso ampio del mondo del volontariato - è stata respinta poiché percorsi di avvicinamento dei giovani e degli studenti al senso civico sono già stati attivati per l'anno in corso.

''Il punto non è che non vogliamo istituire la giornata del volontariato, ma abbiamo pensato di proporre un progetto più duraturo e continuo nel tempo che permetta ai ragazzi di avvicinarsi direttamente alle problematiche del territorio'' ha affermato il sindaco Hofmann. ''Pensiamo che educare i ragazzi a 360° a progetti che li coinvolgono per tutto l'anno scolastico e li rendano consapevoli dei propri gesti e dei propri comportamenti nei confronti dell'ambiente siano più educativi ed efficaci rispetto ad un unico giorno in cui non c'è abbastanza tempo per consolidare questa conoscenza e sensibilità squisitamente civiche''.
M.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco