Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.173.486
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Domenica 01 dicembre 2019 alle 08:55

''Bosisio nel Cuore'' attacca sulla figura del presidente del consiglio. Borgonovo replica

Il presidente del consiglio
Giuseppe Borgonovo
“Benvenuto Presidente”. Titola così il foglio informativo n. 2 che il gruppo di minoranza Bosisio nel Cuore sta distribuendo in questi giorni nelle case dei cittadini. Il saluto è indirizzato alla nuova carica creata dall’amministrazione comunale attraverso la modifica del regolamento, avvenuta nella seconda seduta di consiglio.

In tale ruolo è stato eletto, a settembre, il consigliere ed ex sindaco Giuseppe Borgonovo. Una decisione che il gruppo non avvalla, complici forse le frizioni degli ultimi sei mesi di governo Borgonovo in cui i cittadini avevano assistito alla revoca dell’assessorato a Paolo Gilardi, divenuto poi fondatore del nuovo gruppo politico Bosisio nel Cuore appunto. Il Presidente, tra i suoi compiti, ha la possibilità di convocare e stabilire l’ordine del giorno del consiglio e moderare la seduta. Questo incarico solitamente resta nelle mani del sindaco, che ha tuttavia la facoltà di attribuire tale compito a terzi. A distanza di qualche mese, però, il gruppo di opposizione ha preso pubblicamente posizione in merito.

“Non riteniamo utile questa novità perché a nostro avviso si crea una nuova ingombrante poltrona che in una realtà come la nostra desta parecchi interrogativi, soprattutto dopo che è stato eletto un ex sindaco a tale carica. Il sindaco Colombo, quello che i cittadini hanno democraticamente e direttamente eletto, sarà veramente libero di proporre e guidare l’azione dell’amministrazione comunale? Oppure le sue azioni verranno filtrate o indirizzate al neo presidente Borgonovo?” hanno scritto sul volantino. “Per esempio, se il presidente Borgonovo non fosse d’accordo con le proposte del sindaco, le porterebbe in discussione in consiglio comunale? E se il presidente ritardasse o anticipasse ad arte le convocazioni dei consigli comunali, determinando la prescrizione o una decisione avventata dei provvedimenti più importanti, tenendo di fatto in scacco il sindaco, la giunta e il consiglio stesso?”.

Un attacco diretto, dunque, rivolto sia al primo cittadino che al presidente. Entrambi hanno voluto prendere posizione. Per Andrea Colombo, tale figura ha una funzione di “garanzia del rispetto delle procedure oltre che di imparzialità nei confronti di tutte le forze politiche che siedono in consiglio. Davvero non riesco a comprendere il motivo per cui uno strumento della democrazia debba essere strumentalizzato da una forza politica”. Ha poi proseguito: ''personalmente ritengo anche inopportuna la critica personale rivolta al Presidente Borgonovo, che è stato eletto in seno al Consiglio, ed ha dimostrato di essere persona capace e garantista già dalle prime sedute che ha presieduto. E ciò indipendentemente dalle cariche ricoperte negli anni precedenti. Ritenere, poi, che un Sindaco possa essere ostaggio di un Presidente, mi pare francamente un’affermazione sterile e polemica, forse per cercare di creare attrito tra le due figure istituzionali; tentativo fallito”.

Su questo giudizio è intervenuto anche il presidente Borgonovo. “Tutti sanno o dovrebbero sapere che il mio ruolo è profondamente cambiato rispetto al passato e che non ho alcun interesse a fare il sindaco ombra. Mi dispiace che qualcuno non l’abbia ancora capito e preferisca attaccarmi: pazienza, me ne farò una ragione” ha detto Borgonovo. “Per il resto sono davvero molto felice che il nuovo Sindaco di Bosisio Parini sia Andrea Colombo, che stimo molto per la sua correttezza, serietà e preparazione. Andrea ha imparato fin da subito il difficile mestiere di Sindaco e lo svolge in modo eccellente ed in piena autonomia. Come presidente del Consiglio Comunale continuerò a restare a disposizione di tutti i consiglieri, anche di coloro che preferiscono solo attaccarmi a titolo personale. Questo è infatti il mio nuovo ruolo”.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco