• Sei il visitatore n° 345.265.059
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 18 dicembre 2019 alle 15:48

Castello B.za: i 12 punti del consiglio votati all'unanimità da maggioranza e opposizione

Una completa convergenza di vedute è sorta fra maggioranza e minoranza durante la seduta consiliare di martedì 17 dicembre. Tutti i dodici punti all’ordine del giorno posti in votazione sono stati approvati all’unanimità. A partire dai tributi fiscali e dalle variazioni di bilancio proposte all’aula. Voto favorevole trasversale su aliquota comunale Irpef, Imu e Tasi. Il regime di tassazione dei tre tributi in vigore nell’anno 2019 resterà tale anche per il 2020.
«Confermando queste aliquote – ha spiegato il sindaco Aldo Riva – confermiamo valori che in realtà risalgono al 2014 e, nonostante le aliquote restino ferme da alcuni anni, il bilancio comunale quadra comunque». Un aspetto sottolineato anche dall’ex vicensindaco – oggi consigliere – Alessandro Formenti. «Questo è il segno che l’amministrazione, nel corso degli anni, è stata attenta alla gestione del bilancio». Un’«attenzione» – come ha ricordato lo stesso sindaco Riva nel corso della seduta – che ha portato ad avere un avanzo di bilancio «contenuto» e alla mancata apertura di nuovi mutui nell’arco dello scorso quinquennio.



Il sindaco Aldo Riva

Per determinare l’importo della Tari – il tributo sui rifiuti – bisognerà attendere i primi mesi del 2020. Nel primo trimestre dovrebbero arrivare i nuovi dati forniti da Silea, l’azienda incaricata della gestione del servizio di raccolta e smaltimento. A quel punto sarà possibile stabilire il tributo.
Le variazioni al bilancio comunale, apportate con la formula dell’urgenza e approvate dai consiglieri comunali durante la seduta, consentiranno di recepire la rata da 100mila euro corrisposta da Unipol Sai come quota della fideiussione per l’incompleto sviluppo edile del complesso di via del Pascolo. Risorse che saranno utilizzate per progettare le opere mancanti giungendo, nell’arco del 2020, a portare ad un sostanziale avanzamento i lavori delle strutture pubbliche previste: la nuova biblioteca e alcuni locali ad uso comunale. Il Dup – Documento Unico di Programmazione – valido per il triennio 2020 – 2022 è stato aggiornato recependo, fra le voci economiche in entrata, le altre tre rate della fidejussione. Si tratta di 900mila euro complessivi che dovrebbero giungere nelle casse comunali durante il prossimo anno, secondo le scadenze prefissate. Confermate a bilancio anche le risorse in ingresso provenienti dal fondo di solidarietà statale: circa 359mila euro. Si tratta però di una semplice previsione, non essendo ancora stata approvata in via definitiva la nuova legge finanziaria da parte del Parlamento. Nel biennio attualmente in corso – 2019-2020 – le risorse complessivamente in ingresso nel bilancio comunale sono quantificabili fra i 2,8 (2019) e i 3milioni di euro (2020).



I consiglieri di maggioranza

Nel corso del prossimo anno cambierà il servizio di segreteria comunale. Fino ad oggi gestito in funzione associata con i comuni di Renate e Costa Masnaga, con l’abbandono della convenzione da parte di quest’ultimo, subentrerà il comune di Briosco.
Anche la gestione associata del servizio di polizia locale varierà a partire dal prossimo anno. Con l’uscita dalla convenzione del comune di Garbagnate Monastero, l’accordo resterà valido solo fra i comuni di Colle Brianza, Sirone e Castello Brianza. L’abbandono era un passaggio quasi certo, presente nel programma elettorale della nuova amministrazione garbagnatese eletta lo scorso maggio.



Votazione all’unanimità fra maggioranza e consiglieri di minoranza

Espresso parere positivo di fronte a una serie di modifiche societarie in Asil, Valbe e municipalizzata di Calolziocorte, con la relativa incorporazione in Lario Reti Holding – società responsabile del ciclo idrico integrato – i consiglieri comunali hanno anche approvato il nuovo regolamento della commissione che si occuperà di valutare i progetti edili, da sviluppare a Castello Brianza, in funzione del rischio sismico del territorio.
In chiusura di seduta si è provveduto ad approvare la revisione ordinaria delle partecipazioni comunali nelle società direttamente partecipate che risultato essere Lario Reti Holding (settore idrico) Silea (servizio rifiuti) e Asil (servizio idrico), quest’ultima però in fase di dismissione.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco