Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 223.170.052
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/03/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 65 µg/mc
Valmadrera: 68 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Mercoledì 25 marzo 2020 alle 09:18

Coronavirus: il contributo agli ospedali anche da Sant’Anna

Un altro forte segno di solidarietà e vicinanza ai medici e agli infermieri che stanno combattendo contro il Covid-19 in questi giorni, proviene anche dall'associazione casatese Sant'Anna Social Club. Il gruppo di volontari e organizzatori dell'omonima festa estiva che si tiene tutti gli anni a luglio a Cassina de' Bracchi di Casatenovo, già da anni ha deciso di donare il ricavato delle manifestazioni organizzate in beneficenza per sostenere vari progetti, che spaziano dagli istituti di ricerca per la lotta contro malattie rare, al sostegno di iniziative più legati al territorio. In questi momenti di difficoltà, l'attenzione è stata rivolta inevitabilmente all'emergenza virus e in particolare verso le strutture e le persone che si trovano in prima linea nel tentativo di arginarne la diffusione della malattia.

Un paio di immagini dei ragazzi del Sant'Anna Social Club durante la festa di luglio a Cassina de' Bracchi

"Abbiamo voluto anche noi dare un contributo "straordinario" per sostenere i presidi medici sanitari della zona. Venuti a conoscenza delle differenti esigenze tramite le nostre conoscenze, abbiamo voluto inizialmente sostenere un po' tutti, cercando di reperire già nelle scorse settimane tutto il materiale possibile come mascherine, pacchi di guanti e camici. Abbiamo donato anche materiale di conforto agli infermieri per cercare di migliorare le loro condizioni di lavoro in corsia e cercare di alleggerire il peso del loro sforzo" ci ha raccontato uno dei soci dell'associazione, Alberto Galbiati.
Insieme al materiale, praticamente introvabile nelle ultime settimane, l'associazione ha donato anche un consistente contributo in denaro per sostenere le strutture ospedaliere, e in particolare per completare la cifra necessaria a comprare 20 caschi cpap e flussimetri per l'ospedale di Merate tramite l'associazione ALIR.

Un gesto che quindi cerca di aiutare proprio coloro che ogni giorno lottano per la vita dei pazienti e che a loro volta e danno il proprio contributo in maniera instancabile per evitare che questa corsa contro il tempo possa protrarsi ancora a lungo. Gli ospedali che per ora hanno beneficiato dello sforzo e dell'impegno del gruppo sono stati il San Gerardo di Monza, il Mandic di Merate, e gli ospedali di Carate e Vimercate. "Restiamo disponibili ancora in questo periodo difficile a dare una mano, nella speranza che ogni piccolo contributo possa alla fine risultare decisivo per ritornare ciascuno alla propria vita di sempre" hanno concluso i ragazzi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco