Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.806.080
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 24 settembre 2020 alle 16:12

Castello B.za: c'è il sovrappasso, perchè si mantegono le strisce? Mozione della Lega

«Per noi è la sicurezza è fondamentale». Marco Formenti - capogruppo della Lega a Castello Brianza - pone l'accento sulla motivazione principale che ha convinto il suo gruppo consiliare a presentare una mozione per risolvere il problema dell'attraversamento pedonale di via Roma.
Situato nei pressi del Municipio, fra la scuola primaria "De Amicis" e il parcheggio della vicina chiesa parrocchiale sull'altro lato della strada, secondo il gruppo del carroccio andrebbe completamente rimosso.
«C'è già - ha spiegato Formenti - un dispositivo di sicurezza alternativo che però non è incentivato dal comune ad essere utilizzato». Il dispositivo in questione è la passerella che, sopraelevata rispetto al piano stradale, attraversa la via collegando per l'appunto il parcheggio alla zona della scuola.

Immagine di repertorio del sovrappasso pedonale

Il progetto del sovrappasso era nato durante le amministrazioni del precedente sindaco Luigina De Capitani, in quota Lega. Sviluppato, era giunto a pieno compimento con il collaudo, nel periodo fra il termine del secondo mandato del sindaco De Capitani e l'inizio del primo mandato del nuovo sindaco Aldo Riva.
All'epoca, nelle intenzioni della giunta De Capitani, l'opera avrebbe dovuto sostituire in modo completo l'attraversamento pedonale posto "a raso" sulla strada di via Roma, giudicato troppo insicuro e da eliminare. Fino ad oggi, la scelta delle amministrazioni guidate dal sindaco Aldo Riva è sembrata quella di non eliminare in modo definitivo l'attraversamento pedonale a livello stradale. Forse anche per via dell'introduzione della zona di traffico con velocità limitata a 30 chilometri orari.
«L'utilizzo del sovrappasso è stato incentivato solo dopo l'incidente avvenuto lo scorso anno quando sia il direttore scolastico che il comune avevano apposto dei cartelli che invitavano i pedoni a farne uso» ha ricordato Formenti che ha aggiunto: «è ambiguo lasciare le strisce pedonali e i cartelli, in quanto "invitano" all'attraversamento della strada».

Da qui la proposta dei consiglieri leghisti di rimuovere in modo definitivo le strisce pedonali. «È terminato il periodo più difficile dell'emergenza Covid-19 - ha concluso il capogruppo Formenti - e ora sono iniziate le scuole. È giusto quindi affrontare il tema e procedere alla rimozione dell'attraversamento pedonale».
L'iniziativa del carroccio è stata inserita in una mozione che verrà discussa nella prossima seduta consiliare, mercoledì 30 settembre.
«Il sovrappasso - ha spiegato Luigi Seguenza, consigliere della Lega - è stato realizzato apposta perché è una zona pericolosa. L'attraversamento pedonale si trova in cima al "dosso", chi arriva da Cologna non ha una visuale perfetta e infatti in quella zona qualche incidente è già successo nel corso degli anni».
Seguenza aveva già, lo scorso anno, presentato una richiesta di chiarimenti durante un "question time" di un consiglio comunale

Luigi Seguenza e Marco Formenti
a inizio mandato.
All'epoca, il consigliere della Lega aveva domandato al sindaco Riva perché l'amministrazione comunale avesse scelto di sistemare la segnaletica dell'attraversamento pedonale quando, a giudizio del gruppo leghista, andava completamente rimossa a favore dell'utilizzo della passerella.
«Dato che per noi questa questione di sicurezza è molto importante, questa volta abbiamo deciso di presentare una mozione» ha chiarito Seguenza.
Il gruppo della Lega vorrà quindi «fare chiarezza» giungendo in modo definitivo a capire se per l'amministrazione comunale le due tipologie di attraversamento - quello a raso sulla strada e la passerella sopraelevata - possono "convivere". Oppure se la presenza del passaggio sopraelevato escluderà definitivamente l'utilizzo del vecchio metodo di attraversamento con le strisce pedonali che - secondo i consiglieri di minoranza - dovrebbero essere «tolte definitivamente».

L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco