Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 272.560.162
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 12 dicembre 2020 alle 14:59

Uscire dal Parco Valle Lambro?

Buongiorno,
ritengo opportuno dopo aver letto l'articolo che forma l'oggetto di cui sopra - che in un punto si evidenzia che "alcuni comuni, esasperati da questo stallo, si sarebbero persino spinti ad annunciare l'abbandono dall'ente" - esporre lo stato dei fatti al fine di evitare che si promulghino idee, annunci o pie illusioni circa la possibilità di staccarsi dall'Ente.
Per cui se un comune è entrato in un Parco, espresso attraverso delibere del loro consiglio comunale e non tramite delibere di Giunta, le leggi vigenti poi non prevedono più che ne possano uscire, una volta Parco, Parco per sempre è la legge che ne sancisce "l'ergastolo" con la conseguenza di una vera e propria cessione di poteri e diritti che dai Comuni e dai loro cittadini passano all'Ente gestore del Parco divenuti per "esproprio di fatto'' proprietari di ciò che non gli appartiene.
Giancarlo Bonacina, componente effettivo Tavolo Regionale Aree Protette
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco