Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 262.484.145
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 19 dicembre 2020 alle 18:01

Castello B.za: presentato il progetto della nuova biblioteca polifunzionale

«Una struttura polivalente che diventerà il fiore all'occhiello del nostro paese». Aldo Riva - sindaco di Castello Brianza - ha descritto con questi termini la nuova biblioteca. La comunicazione dell'avvio della fase progettuale definitiva che porterà alla realizzazione dell'opera è avvenuta durante il consiglio comunale di venerdì 18 dicembre.


La struttura sorgerà in via Prestabbio e, come chiarito anche dal sindaco, non sarà solo ed esclusivamente una biblioteca. Si tratterà invece di un edificio polifunzionale vero e proprio, con diverse sale, in grado di adempiere a funzioni differenti. Colmerà alcune mancanze di cui attualmente soffre il paese e diventerà un punto aggregativo per la cittadinanza.
«Sono contento - ha spiegato il sindaco - di poter presentare questo progetto perché ritengo che il nostro paese va a realizzare un'opera che guarda al futuro, alle nuove generazioni».


Ultimata, la struttura avrà tre piani. Al livello semi interrato vi sarà il parcheggio, oltre che alcuni locali tecnici. In un'ampia parte del piano terra troverà spazio la nuova sala polifunzionale. Una delle funzioni che andrà a svolgere sarà quella di aula consiliare. Ospiterà le riunioni del consiglio comunale che attualmente - essendo il palazzo del Municipio privo di una sala dedicata - si svolgono in località Brianzola o presso l'area feste in zona Prestabbio. Al tempo stesso l'aula sarà in grado di funzionare come sala proiezioni.

Sullo stesso piano verranno realizzati anche tre locali, alcuni dei quali potranno ospitare mostre, esposizioni o riunioni delle associazioni. Nel piano primo verrà invece realizzata la biblioteca vera e propria, con ambienti dedicati alla lettura e allo studio e un'area multimediale.


«Sarà una struttura che rispetterà l'ambiente» ha spiegato il sindaco chiarendo: «Di fatto si tratta di un intervento di rigenerazione urbana, effettuato in un area dismessa dove adesso c'è un buco scavato ormai più di dieci anni fa».
Infatti, la nuova biblioteca sorgerà in un'area originariamente destinata a sviluppo edile. Per una serie di vicissitudini, il cantiere non è stato completamente ultimato rimanendo fermo per anni. Fin dall'inizio era stata prevista la realizzazione, oltre a quella di nuove case, di un edificio che sarebbe stato destinato al comune di Castello Brianza, proprio per realizzare una nuova biblioteca. Per garantire la realizzazione della struttura l'operatore immobiliare aveva sottoscritto una fideiussione superiore al milione di euro, a favore del comune.


La vicenda si è protratta per diversi anni, andando a sbloccarsi solo fra il 2019 e l'inizio del 2020. Periodo in cui la compagnia assicuratrice, che garantiva la fideiussione, ha raggiunto un accordo extra giudiziale con l'Amministrazione comunale. Il comune ha quindi potuto escutere gradualmente la fideiussione fino al controvalore complessivo di un milione di euro.
Per realizzare la nuova struttura - dal costo complessivo di 1 milione e 350mila euro - serviranno, per l'appunto, ulteriori 350mila euro che l'Amministrazione comunale ricaverà attingendo dall'avanzo di Bilancio.

Ora si apre la fase di progettazione definitiva dell'opera che sarà poi appaltata attraverso la specifica procedura prevista dalle normative. Durante il 2021 dovrebbero svolgersi una serie di passaggi progettuali e amministrativi che potrebbero richiedere diversi mesi. Il cantiere vero e proprio potrà prendere ragionevolmente il via - nel caso in cui tutte le procedure burocratiche e amministrative andranno a buon fine - nella primavera del 2022.
L.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco