Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.274.137
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 24 febbraio 2021 alle 09:24

Circolo Ilaria Alpi, ecomafie e traffici illeciti di rifiuti: se ne parla il  25 febbraio via web

Dopo il primo evento tenutosi la scorsa settimana, alla Rassegna "4 colpi alla 'ndrangheta" si discuterà di ecomafie e di traffici illeciti di rifiuti.
Il secondo video-incontro si terrà giovedì 25 febbraio alle ore 17,30, sulla piattaforma Zoom (link: https://us02web.zoom.us/j/87002158883?pwd=ck1BTUY5K1VaK2ZpSGdKdkNkc2FIZz09 ), ed avrà per titolo "I traffici illeciti di rifiuti in Lombardia". Durante l'incontro si discuterà di ecomafie, ovvero di illegalità criminale nel traffico dei rifiuti, tra roghi e depositi abusivi, che hanno interessato la Lombardia e anche le province di Como e Lecco. Interverranno all'evento pubblico due relatrici: Silvia Bonardi, magistrata della DDA di Milano, che ha seguito le principali indagini relative ai roghi di rifiuti e ai traffici ambientali in Lombardia; Monica Forte, presidente della Commissione regionale Antimafia. L'incontro è moderato da Roberto Fumagalli, presidente del Circolo Ambiente "Ilaria Alpi".


La Lombardia ha rischiato, in particolare nel periodo 2017-2018, di diventare la nuova "terra dei fuochi". Questo in seguito ai numerosi roghi di rifiuti che hanno interessato molti territori, tra questi anche la provincia di Como. Da quanto emerso in un'inchiesta condotta dalla DDA di Milano, la stessa città di Como è diventata il crocevia di trasferimenti illeciti di rifiuti tra il Nord e il Sud Italia. A inizio mese lo stesso procedimento penale ha portato il Tribunale di Como a comminare condanne in primo grado, fino a 4 anni ai gestori - a loro volta legati ad esponenti locali della 'ndrangheta - di due depositi in città; i responsabili risultano accusati «di aver smaltito illegalmente 14mila tonnellate di rifiuti in impianti di trattamento rifiuti di Como». Di recente anche il territorio delle provincia di Lecco è stato interessato da vicende legate ai traffici illeciti di rifiuti. Infatti è di pochi giorni fa l'operazione, guidata dalla DDA di Milano, che ha portato agli arresti di alcuni esponenti legati alla 'ndrangheta, che - secondo le accuse - operavano affari illeciti con rifiuti radioattivi.


Si ricorda che la Rassegna "4 colpi alla 'ndrangheta" è organizzata dal Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" e dall'Arci Como, col patrocinio dei Comuni di Alzate Brianza, Cabiate, Carugo, Inverigo, Lurago d'Erba e Mariano Comense.
L'incontro del 25 febbraio è inserito anche nell'ambito del progetto "Como futuribile", di Arci Como, Auser Como, Legambiente Como e L'isola che c'è (con il contributo di cui agli artt. 72 e 73 del D.Lgs. 117/2017 finanziato con le risorse del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e di Regione Lombardia), a cui hanno aderito altri sodalizi, tra cui il Circolo Ambiente "Ilaria Alpi". Il progetto ha per tema la 'sostenibilità', che si articola anche attraverso giustizia e legalità.
L'incontro si terrà sulla piattaforma Zoom (link: https://us02web.zoom.us/j/87002158883?pwd=ck1BTUY5K1VaK2ZpSGdKdkNkc2FIZz09 - ID riunione: 87002158883 - Passcode: 892755), e sarà trasmesso in diretta sulle pagine Facebook delle associazioni. Il link di accesso è pubblicato anche sulle pagine web: www.arcicomo.it www.circoloambiente.org www.ecoinformazioni.com
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco