Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.846.004
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 04 maggio 2021 alle 08:29

Molteno: nuovi ambulatori comunali in attesa. Slitta l'apertura del cantiere

Slitta di una settimana l'apertura del cantiere previsto per la realizzazione dei nuovi ambulatori comunali in piazza Europa a Molteno. La data di inizio lavori sarebbe dovuta essere martedì 4 maggio, ma è stata spostata in avanti di qualche giorno con previsione di inizio a lunedì 10 maggio. "L'azienda ci ha comunicato che, a causa della pioggia, non è riuscita a chiudere il precedente cantiere. Ci ha quindi chiesto ancora qualche giorno" ha spiegato il sindaco Giuseppe Chiarella.

I lavori, al termine delle procedure di gara, erano stati affidati, lo scorso agosto, a un'associazione temporanea di imprese (ATI) composta da un'azienda edile e da un'attività che si occupa di realizzazione di impianti elettrici, provenienti da Chivasso e Rivoli. Il prezzo della base d'asta era di 650.000 euro: l'ATI è riuscita a ottenere il lavoro di costruzione con uno sconto del 22,08%. I lavori verranno quindi a costare poco più di 500.000 euro, somma che sarà sostenuta attraverso l'accensione di un mutuo attraverso Cassa Depositi e prestiti.

L'opera arriva oggi alle battute finali dopo un decennio: se ne era iniziato a parlare nel 2012, quando la giunta comunale, guidata allora dall'ex sindaco Mauro Proserpio, aveva approvato il progetto definitivo, oggi parzialmente mutato per via una modifica strutturale che tuttavia non ne cambierà la struttura esterna. Per la maggioranza che in tutti questi anni ha portato avanti il progetto si tratta di una necessità che andrà peraltro a rafforzare i servizi territoriali: oltre agli ambulatori dei medici di medicina generale, vi troveranno spazio anche quelli per la prestazione privata. Gli attuali ambulatori non offrono standard di sicurezza e igiene. Accadeva già prima dell'avvento del Covid-19. I cittadini erano costretti a fare i conti con i problemi di sovraffollamento dell'attuale polo medico comunale ubicato in Villa Rosa, in prossimità degli uffici comunali. Gli studi piccoli e la sala d'aspetto dalle dimensioni piuttosto contenute contribuivano, durante gli orari di apertura, a formare la coda di pazienti al di fuori degli ambulatori, con i conseguenti disagi legati all'attesa all'aperto in ogni periodo dell'anno.

Quest'opera è stata però sin dall'inizio osteggiata dal gruppo di minoranza Progetto per Molteno che non ne ha mai condiviso la posizione, la necessità di averne di nuovi e per l'incentivo alla medicina privata con specialisti in aggiunta ai medici di base: con una spesa molto inferiore si sarebbero potuti riadattare gli ambulatori esistenti oppure usare la struttura di cui il comune dispone già.

Alle contestazioni della minoranza sulla presenza sia medici di base che di specialisti privati, l'amministrazione ha sempre replicato che si tratta di un diverso modo per utilizzare lo spazio.
Il nuovo presidio medico, affacciato su piazza Europa che sorgerà a fianco del parco giochi, si compone di due moduli collegati da un'area che diventerà la sala d'aspetto. Ci saranno quattro stanze che potranno essere utilizzate dai medici di medicina generale, un locale per l'infermiera che assiste i dottori, due bagni interni e due esterni che verranno aperti solo in occasione del giorno di mercato settimanale. L'edificio in muratura si servirà di moderne tecnologie per favorire il risparmio energetico: dalla coibentazione alla posa di una grande pannellatura fotovoltaica, lo stabile prenderà forma in modo rientrare nella classe energetica A e ridurre sensibilmente i costi di gestione degli ambulatori.

Sotto il profilo energetico l'autonomia sarà garantita da 33 pannelli fotovoltaici in silicio microcristallino, capaci di produrre con la loro superficie di 54 mq 7,59 kWp. Al vaglio dell'amministrazione comunale c'è l'installazione di ulteriori pannelli per produrre maggiore energia.
La durata del cantiere sarà di 6 mesi: l'apertura al pubblico è programmata per il 2022.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco