• Sei il visitatore n° 353.121.859
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 13 novembre 2022 alle 12:08

Molteno: Costituzioni ai 18enni con l’invito a avere diritti, doveri ma anche opportunità

L'età dei diritti, dei doveri, ma anche delle opportunità, da saper cogliere con lo slancio che appartiene soprattutto ai giovani. È questo l'augurio che l'amministrazione comunale di Molteno ha rivolto ai neo 18enni, incontrandoli nella serata di sabato 12 novembre, insieme agli amministratori e ai referenti di Avis Costa Masnaga, che in questa occasione hanno donato una lettera per invitare all'iscrizione.

Il sindaco Giuseppe Chiarella, in apertura, ha ringraziato i sei ragazzi presenti - su una leva di 34 - per la loro partecipazione: "Quando si amministra, bisogna sempre organizzare possibilità di incontro, poi sta alle persone cogliere la possibilità di prendervi parte - ha detto, rivolgendosi poi direttamente ai ragazzi, con un invito a partecipare alla vita pubblica - Assistiamo sempre più alla disaffezione verso la vita politica del paese. Nel 2024 ci saranno le elezioni e chissà se a Molteno ci sarà una o ci saranno più liste: in tanti paesi, c'è una lista. Può sembrare bello perchè così si fa ciò che si vuole, ,ma non avere il contraddittorio è dequalificante perché l'opinione diversa può fare cambiare idea. Il confronto, anche se ci scontra, serve per migliorare. Sarebbe bello se ci fosse maggiore partecipazione da parte vostra, per avere consigli, suggerimenti. Mi auguro che, diventando cittadini pienamente consapevoli, vi possiate affezionare alla vita pubblica".

Al raggiungimento della maggiore età corrispondono tanti cambiamenti e uno su tutti da tenere in considerazione, come ha ricordato il primo cittadino: "Con i 18 anni non avete più lo schermo dei genitori: rispondete con la vostra persona dei vostri gesti e, per dirla con un linguaggio giuridico, siete pienamente imputabili, processabili e sanzionabili. Oltre ai diritti, acquisite tanti doveri, tra cui appunto quello del voto, citato nell'articolo 48: votare non è solo un diritto, ma un dovere civico. La costituzione lascia all'autodeterminazione dell'individuo la facoltà di votare o meno e tutti i voti sono identici. La nostra costituzione, che l'anno prossimo compirà 75 anni, è una legge a cui bisogna adeguarsi ed è stata riconosciuta come una delle più belle del mondo: vi invito a leggerla perché serve per la crescita personale. Se nel 1948 sono stati scritti questi articoli, è perché prima questi diritti non c'erano. Come non c'erano prima, potrebbero non esserci in futuro e ciascun cittadino ha il dovere di portarli avanti. L'individuo è inserito in una società e deve contribuire al suo progresso. Vi auguro che leggendo la costituzione siate affezionati alla vostra repubblica e, nel piccolo, al vostro comune. Io sono entrato in politica a 21 anni: è faticoso, ma spero di vedere qualcuno di voi nel vostro gruppo tra qualche anno".

L'assessore a cultura e istruzione Sara Brenna ha aggiunto: "Siamo emozionati perché quando qualcuno viene a casa nostra, è sempre bello farsi conoscere. A diritti e doveri, unisco la parola opportunità. I 18 anni sono un trampolino di lancio e io vi augurio di non precludervi alcuna possibilità. Tra le opportunità che ci sì da, ci si chiede quali risorse si possono condividere con gli altri: un dovere della maggiore età è accorgersi di cosa ha bisogno quello che ci circonda ed è per questo che abbiamo qui con noi Avis". L'assessore ha poi dedicato ai ragazzi un pensiero dell'ambasciatore Luca Attanasio come spunto di riflessione.

All'incontro è intervenuto anche l'assessore ai servizi sociali Davide Conti: "18 anni, secondo me, è anche un'età legata ai dubbi. Io avevo i dubbi sull'università e sul mio futuro. Non svolgo una professione pienamente pertinente alla mia laurea, ma quanto ho studiato, anche se oggi non lo applico, mi serve per capire se la persona che ho di fronte è in grado di rispondere a quello che in quel momento sento io. Magari su uno stesso argomento ci sono 5 persone che dicono opinioni diverse e spesso alcuni provano a spostare le opinioni, ma per un vantaggio personale. Sono contento di aver fatto quello che volevo fare. Vi consiglio di seguire le vostre passioni: seguite quello che veramente vi piace, altrimenti avrete rimpianti. Alla vostra età, in termini di politica attiva, non ci avrei mai pensato. Sono per la prima volta nel ruolo di assessore: quando mi è stato chiesto, ci ho riflettuto, poi con l'aiuto di Giuseppe e di altri consiglieri navigati, sono contento di aver detto di sì. È faticoso, porta via tanto tempo, però mi appassiona".

Il presidente di Avis Costa Daniele Isella ha aggiunto: "L'incontro con i 18enni per noi è l'incontro con futuri donatori. Co si può iscrivere ad Avis a partire dai 18 anni: è una gratifica che fate a voi stessi perché inconsapevolmente fate del bene a persone che non conoscerete mai. Senza la sacca di sangue, una persona potrebbe non stare bene e avere un decorso più tragico. Il diritto alla salute viene garantito dallo stato italiano: il sangue, nonostante i progressi della scienza, non si è ancora riusciti a costruirlo artificialmente, quindi ci si deve servire della donazione. L'aiuto parte quindi dalle persone che volontariamente donano il sangue. Partecipiamo a questi incontri per coinvolgere le persone perché la società ne ha bisogno. Io mi sono iscritto a 23 anni: avevo paura dell'ago ma ho vinto il timore girando la testa dall'altra parte. Stasera non vi chiediamo l'iscrizione, ma solo di pensarci. Ha aggiunto il collega Moreno Brivio: "Il nostro intento è di invitarvi a informarvi sulla donazione perché quando ci si informa si può fare una scelta più consapevole. Oltre a fare del bene verso altre persone, lo fate anche a voi stessi". È poi avvenuta la consegna della Costituzione avvolta nel tricolore italiano unitamente alla lettera di Avis. La serata si è conclusa con una pizza insieme agli amministratori.

Di seguito i nomi dei 34 diciottenni:
Aloe Kevin
Aronica Gaia
Besana Vanessa
Binda Desirée
Boccardo Nicolò
Butti Arianna
Di Fiore Thomas
Fumagalli Andrea
Galasso Mario
Kamassa Yawa Debora
Maggioni Daniele
Magnan Alessia
Manzo Leonardo
Manzoni Giorgia
Marabese Vanessa
Mozzanica Lorenzo
Novello Mario
Orsanigo Samuele
Pelucchi Samuele
Redaelli Lorenzo
Rigamonti Riccardo
Riva Fabiola
Sala Erika
Sampietro Edoardo Maria
Scaccabarozzi Giulia
Scola Giacomo
Singh Ilishika
Thioube Alioune
Thioube Della
Và Nicla
Valsecchi Miriam
Villa Alberto
Vismara Emma
Vismara Evghenij

M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco