Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 239.318.630
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 28 luglio 2010 alle 20:51

Costa M: ruba rame in una ditta di Talamona. Arrestato dai carabinieri un 26enne albanese

E' stato arrestato con l'accusa di furto aggravato, H.E. 26enne residente a Costa Masnaga.
Di origine albanese ma in Italia con regolare permesso di soggiorno, il giovane è finito in manette dopo aver messo a segno un furto di rame a Talamona, provincia di Sondrio, insieme ad un connazionale.
Il fatto è accaduto martedì, quando i due cittadini albanesi si erano introdotti nell'officina della ditta "Bo.ri.tra.s" nella centralissima via Gavazzeni a Talamona. Un furto in piena regola, per di più in una zona residenziale, poco distante dal cimitero e dal centro del paese. I proprietari, però, che vivono in un appartamento proprio sopra l'officina sono stati svegliati in piena notte dal sistema di allarme e hanno immediatamente chiamato il 112.
Il masnaghese e il complice, dopo essersi appropriati di due radiatori in rame del valore di 3 mila euro si sono dati alla fuga.
Subito sono scattate le ricerche in tutta la provincia da parte dei carabinieri della caserma di Traona.
Il tentativo di far perdere le loro tracce è sfumato nel giro di pochi minuti. Il mezzo con i fuggitivi e la refurtiva a bordo, sono stati fermati dai carabinieri a Mantello, lungo la strada provinciale numero 4. La refurtiva è stata totalmente recuperata. In manette è finito il masnaghese, mentre è stato deferito all'autorità giudiziaria un suo connazionale minorenne residente a Pusiano nel comasco. Entrambi sono ritenuti responsabili, in concorso, del reato di furto aggravato. I due risultano incensurati ed in regola con il permesso di soggiorno.
L'arrestato è stato recluso presso la casa circondariale di Sondrio a disposizione dei magistrati.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco