Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 215.371.695
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Lunedì 13 dicembre 2010 alle 20:07

Molteno: investono 350mila euro ma la società fallisce. Denunciato il consulente

Palazzo di Giustizia a Lecco
È stato rinviato al 27 giugno prossimo il processo a carico di E. M. di Paderno D'Adda imputato per appropriazione indebita. I fatti risalgono al periodo compreso tra il 1999 e il 2006. In quegli anni una famiglia di Molteno aveva deciso di investire i propri risparmi e per ciò aveva chiesto una consulenza ad un promotore finanziario che è anche un loro lontano parente. Inizialmente i soldi erano stati investi in una società svizzera. Poi dal 2002 al 2006, sempre su consiglio del consulente erano stati investiti su un'altra società sempre elvetica. Il totale del capitale investito ammontava attorno ai 350.000 euro che con gli interessi era arrivato a 440.000 euro. Il 9 marzo del 2006 moriva uno dei risparmiatori, il padre di famiglia e a quel punto gli eredi avevano deciso di farsi rimborsare le somme investite per acquistare appartamenti. Ma ecco l'amara sorpresa: la società nella quale erano stati dirottati i fondi era fallita. L'intero capitale era andato in fumo. Niente più soldi. Dopo il comprensibile sbandamento e le discussioni seguenti i tre fratelli hanno sporto denuncia nei confronti del consulente per appropriazione indebita. Oggi in udienza sono stati sentiti tutti i membri della famiglia di Molteno mentre alla prossima udienza verranno sentiti i rimanenti altri testi e ci sarà la discussione finale.
Simone Bonfanti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco