Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.294.903
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 27 gennaio 2011 alle 18:14

Riconoscimento del Comune a Banda e Gruppo folkloristico

Anche il Comune di Oggiono, al termine di fraintendimenti e polemiche, ha riconosciuto al Corpo Musicale “Marco d’Oggiono” e al Gruppo Folkloristico “Promessi Sposi” il titolo di “Gruppi di interesse comunale”, nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali e del Tavolo Nazionale per la musica popolare e amatoriale nel 150°anniversario dell’Unità d’Italia.



Il Corpo Musicale Marco d'Oggiono
-foto di repertorio-

A spiegare i motivi del ritardo nel conferimento del riconoscimento è stato il sindaco Roberto Ferrari: “la lettera del Tavolo Nazionale è giunta agli uffici comunali il 24 dicembre, quindi a ridosso delle festività. Nella missiva si richiedeva l’adesione all’iniziativa entro il 28 dicembre, convocando per il 18 gennaio un consiglio comunale in seduta pubblica dove conferire il riconoscimento ai suddetti gruppi musicali locali. A seguito delle numerose segnalazioni riguardanti l’intempestività di questa segnalazione, il Tavolo Nazionale ha pensato di prorogare i termini di adesione, estendendoli sino al 31 gennaio 2011. A quel punto abbiamo convocato la seduta odierna, con lo scopo di premiare le nostre realtà musicali locali. A conferma dell’eccessiva ristrettezza dei tempi inizialmente previsti vi è la scarsa adesione dei comuni dell’oggionese all’iniziativa, portata avanti soltanto da Sirone, Costa Masnaga, Cesana e Valmadrera.
Dal mio personale punto di vista voglio precisare che questo riconoscimento rappresenta un “di più”. La nostra stima e il nostro apprezzamento è testimoniato nei confronti di queste realtà musicali ogniqualvolta si esibiscono, come nel caso del concerto di Capodanno che ha visto un PalaBachelet stracolmo per l’ascolto del Corpo Musicale”.

Presenti alla serata anche i presidenti dei due gruppi, che ne hanno delineato la storia e l’attività svolta nel corso degli ultimi 150anni.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco