Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.312.352
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 11 gennaio 2012 alle 19:43

Missaglia: è vero, sono da anni in politica, ma dove sono le nuove leve? Mi piacerebbe molto vedere nuovi giovani scendere in campo

Albino Garavaglia
E' vero: sono un vecchio militante prima della DC e ora del PD, perché sono un appassionato di politica, non di partito. E' vero: sono anche vecchio di età. Ci tengo tuttavia a precisare che non è in forza del "cadreghino" che mi sono di nuovo messo in gioco cinque anni fa. Certamente non la retribuzione per l'attività che i consiglieri comunali svolgono a Missaglia (15 € a seduta del Consiglio Comunale) e neppure la voglia di primeggiare o gestire un potere (quale?).
Ha ragione il lettore di lamentare che "Nelle sezioni (vuote ) c'è tanto bisogno di baby sitter delle nuove leve. Ma sembra proprio che la politica sia diventata solo avere cariche.": ma perché questo signore non suggerisce anche dove andare a pescare nuove leve? Senza aprire un discorso culturale che necessiterebbe tempo o pagine sulla necessità di un impegno civico di tutti, c'è da chiedersi dove siano i giovani a Missaglia, dove sia l'associazionismo giovanile da cui trarre linfa nuova.
Li puoi trovare negli oratori e anche in alcune delle tante associazioni, ma hanno la forza di presentarsi da soli? E se ci sono perché non presentarsi a chi, bene o male, sta preparando le prossime elezioni? E' facile e semplice dire che sono sempre gli stessi che si promuovono o che si dividono il "potere", e vorrei tanto ma veramente tanto che qualche giovane, magari dell'oratorio - visto che mi sento in sintonia con quell'ambiente - dove dovrebbe essere pane quotidiano la dottrina sociale della chiesa, mi venisse a dire "Albino stattene a casa tua perché ora ci siamo noi".
E se ci fossero remore a farsi vedere presso le sedi dei partiti, la mia casa è sempre aperta per tutti, a partire dal lettore che ha scritto sulle politiche a Missaglia.
Albino Garavaglia
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco