• Sei il visitatore n° 340.279.423
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 26 febbraio 2013 alle 22:19

Lecco: Ambrosoli vince col 44%. Il Pdl crolla dal 32 al 16%

Il capoluogo assegna la vittoria al candidato del centrosinistra. Proprio come aveva fatto alle comunali quando Virginio Brivio spazzò via al primo turno l’allora sen.Roberto Castelli della Lega Nord. Ambrosoli ottiene il 44,32% col PD primo partito in città al 29,79%. Bobo Maroni si ferma al 38,5% con la lega al 10,9%, il Pdl al 15,5% e la lista Maroni al 10%. Clamoroso il crollo verticale del partito di Berlusconi, da sempre dilaniato da lotte intestine tra la maggioranza che fa capo all’ex coordinatore provinciale Mauro Piazza e la minoranza di Michela Brambilla e Virginia Tentori. Nel 2010 il Pdl aveva conquistato il 31,58% dei consensi. Tre anni dopo li ha esattamente dimezzati. Un tonfo impressionante. La Lega era al 23,74%. Leggera flessione anche per il Pd sceso dal 32,02% al 29,79. Il Movimento di Grillo nonostante i cinquemila in piazza per il comico genovese si ferma all’11%; Albertini al 4,74%; Pinardi all’1,38%. Nel 2010 Formigoni aveva vinto col 53,15%. Penati si era fermato al 37,57%. L’Udc aveva ottenuto il 4,22%. Vito Crimi il 2,18%.             

In calo, rispetto alle passate elezioni regionali, i voti ricevuti da ognuno dei partiti principali del centrodestra e del centrosinistra. Cresce solo il M5S. A livello di coalizione, in ascesa il centrosinistra, in calo netto gli avversari,


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco