Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.993.350
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 29 maggio 2014 alle 08:41

Castello B.: le opere citate dal neo sindaco Riva sono già state messe in cantiere da noi che abbiamo lasciato un bilancio sano

Gentile redazione di Casateonline
Vorremmo fare delle considerazioni all'articolo riguardante le dichiarazione del sindaco Aldo Riva del comune di Castello di Brianza. Notiamo con piacere che le uniche opere di fattibilità sicura ed evidenziate in grassetto sono quelle messe in cantiere dall'amministrazione uscente!
Da sinistra Ennio Fumagalli, Luigina De Capitani, Antonello Formenti
La casetta dell'acqua è pronta e deve essere solo installata sulla relativa piattaforma già edificata in piazza Don Gallizia. Il rifacimento della piazza della chiesa è già stato inserito nelle opere pubbliche 2014 con uno stanziamento di fondi di 80.000 euro e come da convenzione deve essere terminato nell'arco di un anno dal termine dei lavori del sovrappasso comunale; previa autorizzazione definitiva della sovraintendenza ai beni ambientali. La nuova biblioteca è inserita nel lotto edificativo di via del pascolo/via De Amicis e la realizzazione della stessa è garantita con polizza fidejussoria di più di un milione di euro.
Se la biblioteca non è ancora pronta è perché la costruzione dell'opera è coincisa col peggior periodo economico del settore edile da 50 anni a questa parte; e non può essere sicuramente imputato all'amministrazione uscente ma alla gestione economica disastrosa dei governi Monti e Letta che hanno soffocato l'economia con politiche tributarie scellerate.
Per quanto riguarda la messa in sicurezza della sp52 ribadiamo che sulle strade provinciali ad oggi è impossibile installare i dossi dissuasori altrimenti li avremmo già installati noi da tempo, e con i tempi che corrono ed i tagli effettuati dal decreto Bonus 80 euro del governo Renzi, trovare le risorse per mettere in sicurezza la provinciale devono sperare in qualche Santo in paradiso.
Per finire, se il sindaco Aldo Riva riuscirà a fare qualcosa d'altro oltre alle opere già cantierate dalla precedente amministrazione, dovrà ringraziare la stessa per l’oculata gestione del bilancio comunale.
Per il gruppo Impegno e Trasparenza: Ennio Fumagalli, Antonello Formenti, Luigia De Capitani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco