Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.377.267
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 24 luglio 2014 alle 15:11

Provincia: il presidente convoca l'assemblea generale degli amministratori lecchesi

Mercoledì 30 luglio alle ore 17, presso la Sala Don Ticozzi in via Ongania 4 a Lecco, si terrà l'Assemblea generale degli amministratori della provincia di Lecco, convocata dal Presidente f.f. Vice Presidente Vicario Stefano Simonetti.
"La Provincia di Lecco - spiega il Presidente f.f. Vice Presidente Vicario Stefano Simonetti - nonostante la riforma Delrio svolge sul territorio un'importante funzione come Ente intermedio tra Regione e Comuni nei settori delle opere pubbliche, del trasporto, degli appalti, della viabilità e della mobilità. Tenuto conto della scadenza dell'attuale amministrazione, prevista per la fine di settembre, abbiamo ritenuto opportuno convocare questa Assemblea per presentare i nuovi organi della Provincia di Lecco e quelle che, molto probabilmente, saranno le modalità di elezione ai sensi della Legge 56 del 7 aprile 2014 già modificata e ancora in fase di assestamento. Su mio invito ha già confermato la propria presenza il Sottosegretario alle Riforme Istituzionali, Enti Locali, Sedi Territoriali e Programmazione Negoziata Daniele Nava. L'incontro sarà l'occasione per evidenziare ancora una volta a tutti gli amministratori locali l'importanza della Provincia di Lecco per tutto il territorio e le attività in corso, oltre alla rappresentazione degli organi e delle modalità di voto del nuovo Ente di secondo livello. Infatti le Province non sono state cancellate, ma solo riformate con un sistema di voto poco democratico e illiberale che di fatto toglie il voto dei cittadini e non produce alcun risparmio per i cittadini, i quali saranno penalizzati nella erogazione di minori e peggiori servizi".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco