Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.707.304
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 20 febbraio 2015 alle 16:47

Casatenovo: imprese in crescita dell'1,9%, bene anche Lecco e Valmadrera. Calo a Mandello

Oltre un terzo del totale delle imprese lecchesi (9.640 aziende su 26.716) ha sede legale in uno dei comuni con oltre 10.000 abitanti.
Mandello Lario e Calolziocorte sono gli unici con un saldo negativo tra iscrizioni e cessazioni (rispettivamente -10 e -3 unità). Il capoluogo di provincia evidenzia la differenza in positivo più alta (+33 unità), seguito da Casatenovo (+16), Valmadrera (+11) e Merate (+6).
Il tasso di crescita totale delle imprese dei 6 comuni considerati è +0,5%. Il comune con il dato più negativo è Mandello Lario (-1,3%) e quello più positivo è Casatenovo (+1,9%).


Per quanto riguarda l’artigianato, il 29,5% delle imprese del comparto è concentrato nei 6 comuni maggiori (2.689 su 9.116). Il 30,9% delle iscrizioni e il 33,6% delle cessazioni di imprese artigiane hanno interessato questi comuni.
Evidenziano un saldo positivo Merate (+5) e Casatenovo (+3); viceversa cala il saldo di Calolziocorte e Mandello (-9), di Valmadrera (-12) e di Lecco (-21).

Il tasso di crescita delle imprese artigiane dei 6 comuni considerati è -1,6%. Il comune con il dato più negativo è Valmadrera (-3,9%) e quello più positivo è Merate (+ 1,5%).
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco