Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 213.740.961
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Mercoledì 02 marzo 2016 alle 18:42

"Servizio idrico": diteci che non è così.....!

Buongiorno Signor Direttore.
Dopo il suo interessante intervento su MOL del 26 gennaio scorso, mi permetta di tornare sulla vicenda dell’affidamento del SII a Lario Reti Holding con alcune riflessioni da semplice cittadino.
Mi permetta un breve ma importante elenco.
1. Avremmo appreso nei mesi scorsi che il parere/sentenza dell’AGCOM è importante ma non vincolante: bene. Occorrerà tenere presenti queste affermazioni per poterle un domani ricordare a coloro che soffrono di “vuoti di memoria”. …. Si sa, la vita è una ruota che gira…
2. Avremmo appreso che bastano qualche lettera e qualche telefonata per superare le criticità espresse dall’AGCOM stessa, ed affidare un SII che, tra investimenti e fatturato vale circa 1,2 miliardi di euro in 20 anni.
3. Parrebbe che ai Consiglieri provinciali –ed anche a qualche Sindaco- sia negato l’accesso agli atti relativi all’affidamento del SII. Spero che non sia veramente così altrimenti, se io fossi un Consigliere Provinciale o un Sindaco della Provincia di Lecco andrei dritto all’Autorità Giudiziaria (se ne ricorressero i presupposti).
4. Parrebbe che la Corte dei Conti, dopo un intervento che chiariva alcuni inderogabili paletti di legittimità, non sia più stata attenta alla vicenda. E’ un assordante silenzio, che spero sia solo prodromico ad una nuova e più vigorosa azione di controllo. A parte le ovvie considerazioni su chi sta vincendo e chi sta perdendo in questa vicenda (mi creda: perdiamo tutti, anche coloro che pensano di vincere o avere vinto) qualche legittimo dubbio non me lo toglie nessuno dalla testa ed allora mi permetta di dilettarmi nella stesura della trama di un romanzo di fanta-economia, partendo da una banale domanda: se ho un ostacolo sulla mia strada come faccio a proseguire il cammino? Semplice: o lo rimuovo o lo aggiro.
Ora, immaginiamo-supponiamo, che l’ostacolo all’affidamento del SII a LRH –sollevato da AGCOM- fosse la presenza della attività commerciale svolta da Acelservice.
Come potevo proseguire nell’affidamento? Semplice: eliminando il problema del gas! Ma in che modo? Semplice: o non affidando più il SII a LRH, e sappiamo che ciò non è avvenuto, o liberandomi del “problema gas”.
Come? Semplice: vendendo Acelservice. A chi? Semplice: al primo acquirente (Enelgas, A2A, E-ON, tanto per fare dei nomi). Vede Sig. Direttore, spero di sbagliarmi. Ma se per caso avessi ragione alcune cose si spiegherebbero.
1) Avremmo capito che il parere/sentenza dell’AGCOM era vincolante e che il “vulnus” è stato “rimosso”: tanta preoccupazione per nulla.
2) Avremmo capito che è stato venduto (speriamo non svenduto) il fiore all’occhiello delle nostre partecipate nata una decina di anni fa e con un capitale umano di tutto rispetto.
3) Avremmo capito che, magari, il prezzo ricevuto per la vendita di AcelService non è denaro, ma quote di società dove i lecchesi conterebbero meno del due di picche con briscola a cuori.
4) Avremmo capito come si può affidare un SII che, tra investimenti e fatturato vale circa 1,2 miliardi di euro in 20 anni: con una bella dichiarazione di intenti.
5) Avremmo capito perché il diritto all’acceso agli atti da parte dei Consiglieri provinciali viene negato: l’operazione è tecnicamente in itinere e deve restare riservata…. Soprattutto ai cittadini…
Preg.mo Direttore, faccia una grossissima cortesia a noi lecchesi: ci dica che non sarà così!
Ca.fra.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco