Scritto Domenica 05 aprile 2020 alle 13:58

Coronavirus, a Bosisio 12 casi e attivati due nuovi servizi

In aumento i casi di positività da Sars-CoV2 a Bosisio Parini. In base all’ultimo aggiornamento emesso dal sindaco Andrea Colombo, le persone risultate positive al tampone rino faringeo sono dodici. Nei confronti delle persone che hanno avuto contatti con questi cittadini, sono già state attivate tutte le misure precauzionali da parte di ATS. 
Il comune ha inoltre attivato due nuovi servizi: la consegna dei libri a domicilio e la posa di fiori sulla tomba dei propri cari.
Per quanto riguarda il promo, in questo periodo di chiusura della biblioteca, sarà comunque possibile usufruire di un nuovo servizio di prenotazione e consegna a domicilio dei libri disponibili presso la biblioteca comunale. Si tratta di un servizio suggerito dal gruppo di minoranza Bosisio Viva che ha ricevuto l’autorizzazione dell’amministrazione comunale: i volontari di Bosisio Viva e Progettiamo Bosisio Insieme si occuperanno della consegna.
È sufficiente visualizzare il catalogo on line dei volumi disponibili e procedere poi alla prenotazione tramite mail, indicando il libro desiderato e l’autore, il nome e cognome dell’utente, la data di nascita, l’indirizzo di consegna e il numero di telefono. La prenotazione dovrà essere effettuata entro le 16 di ogni giovedì, in modo che la consegna possa avvenire il venerdì pomeriggio. Per restituire un volume, è sufficiente inviare una mail.

L’amministrazione comunale ha anche pensato a una nuova iniziativa per onorare al meglio i defunti durante il periodo Pasquale. Non essendo possibile recarsi direttamente al Cimitero, il comune ha deciso di offrire un servizio di posa di fiori presso la tomba dei propri cari. Il servizio ha un costo complessivo di 5 euro e prevede la posa di una piantina di garofani presso la tomba o il colombario. Per aderire è necessario compilare il modulo che si trova sul sito del comune.

È richiesto che la compilazione venga effettuata dall’intestatario del contratto di illuminazione votiva, se possibile. Il pagamento avverrà contestualmente al pagamento del contributo annuale per l’illuminazione votiva. Chi non aderisce al servizio di illuminazione votiva può comunque fare richiesta per la posa dei fiori effettuando il pagamento mediante bonifico bancario una volta terminata la situazione di emergenza. È possibile aderire a questa iniziativa entro martedì 7 aprile. I fiori verranno posati da mercoledì 8 aprile.

Questa iniziativa si aggiunge al servizio di pulizia già attivo: da giovedì 2 aprile, alcuni volontari stanno effettuando una pulizia straordinaria del camposanto, pulendo le aree di passaggio e gli spazi comuni, lavando i colombari, rimuovendo i fiori secchi da tombe e lapidi, rabboccando l’acqua dei fiori che sono ancora in buono stato. I volontari hanno concluso l’intervento posando rami di ulivo benedetto in vista della festività pasquale. “In questo momento difficile, in cui anche il cimitero è chiuso, non vogliamo dimenticarci dei nostri cari. Crediamo nell’importanza di questo gesto perché ricordiamo l’affetto che ci lega a chi ci ha preceduto. Vogliamo continuare a rendere loro omaggio anche in questo periodo, con gesti semplici e concreti” ha affermato il vice sindaco Andrea Galli.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco