Scritto Luned́ 07 giugno 2021 alle 15:29

Missaglia: il Comune cerca cooperative per costruire un progetto sociale su Villa Cioja

Uno scatto di Villa Cioja immortalata dal giardino interno
Hanno tempo fino al prossimo lunedì 14 giugno gli operatori del terzo settore che volessero presentare una manifestazione di interesse nell'ambito dell'intervento per la valorizzazione di Villa Cioja, struttura di proprietà comunale che sorge in località Missagliola.
L'intento dell'amministrazione Crippa, che nei giorni scorsi ha reso noto l'avviso, è quello di raccogliere progetti sociali da parte di cooperative sociali (di tipo B) interessate a dare un'anima agli spazi della dimora, che il Comune ha deciso di destinare ai bisogni degli anziani. Non una vera e propria casa di riposo, bensì una struttura capace di rispondere alle esigenze dei più fragili, nella speranza che Missaglia possa aggiudicarsi un finanziamento regionale nell'ambito degli interventi di rigenerazione urbana, il cui esito del bando è atteso proprio in queste settimane.
Una superficie consistente quella occupata dall'ex scuola e sede della biblioteca comunale: si parla infatti di 5mila metri cubi della struttura ai quali si aggiungono ulteriori 2mila mc per accessori, teatro e pertinenze e infine il giardino circostante, che si estende per 15mila metri quadrati.
''I professionisti del Politecnico hanno compiuto un sopralluogo in Villa Cioja e ora si stanno occupando di redigere un'approfondita indagine sulla staticità dell'edificio'' ci ha detto il sindaco Bruno Crippa, specificando poi che insieme all'assessore alla partita Laura Pozzi e al resto della maggioranza, si è deciso di attivarsi subito anche per definire il progetto sociale che si attuerà all'interno della struttura di Missagliola. Proprio per questa ragione il Comune ha deciso di pubblicare una manifestazione di interesse fra le cooperative del settore.
Lo scopo del recupero è infatti quello di realizzare servizi protetti per anziani che dispongono ancora di sufficiente autonomia con la messa a disposizione dei relativi indispensabili servizi.
A questo proposito sono già disponibili fondi propri del Comune per circa 202.100 euro che potranno essere investiti nel risanamento di una porzione della villa, che - come dicevamo - negli intenti dell'amministrazione Crippa dovrà mantenere una destinazione sociale, nello specifico per ''strutture e servizi per persone anziane'', in continuità con gli appartamenti già esistenti nell'area ovest.
Un altro aspetto ancora della questione, riguarda il grande parco nel quale si trova immersa la struttura. In questo caso si sta lavorando ad un intervento - nell'ambito dei progetti emblematici di Fondazione Cariplo - che prevede il coinvolgimento di Fondazione Minoprio per elaborare un progetto di valorizzazione della flora esistente, con la riqualificazione del giardino, nel quale troverà spazio anche un orto didattico che sarà coltivato in collaborazione con la scuola primaria. Alunni e insegnanti potranno raggiungerlo camminando lungo un percorso completamente protetto e un accesso dedicato.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco