Scritto Giovedý 25 novembre 2021 alle 16:42

Sirtori: il Comune omaggia le donne e dice NO alla violenza

Un pensiero importante e ricco di significato quello che l'amministrazione comunale di Sirtori guidata dal sindaco Matteo Rosa ha voluto condividere oggi, 25 novembre, giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne.

In occasione di questa importante ricorrenza, infatti, l'amministrazione ha organizzato un breve ma significativo momento presso il municipio alla presenza anche delle dipendenti comunali. Lo scopo di questa iniziativa è stato mettere nero su bianco i numeri delle violenze che, come ci ha ricordato anche la consigliera comunale Elisa Sarracino, sono aumentati sensibilmente rispetto all'anno precedente: da inizio anno al 21 novembre, infatti, sono state 109 le donne uccise in Italia e tra queste vittime 93 le donne uccise in ambito famigliare e 63 da mariti, ex mariti e fidanzati. "Saremo vincitori e vincitrici non quando questo numero tenderà a calare di anno in anno ma quando sarà pari a zero. Solo in quel momento potremo dire che la battaglia che da anni conduciamo ha avuto un effetto positivo sulla società e quindi su noi tutti" le parole della consigliera Sarracino.
Alle ore 8.30 alcuni consiglieri e il sindaco Rosa si sono ritrovati in municipio dove, con il gesto simbolico di appendere un fiocco rosso, i presenti hanno condiviso alcune importanti parole.

"Il nostro scopo era quello di parlare in nome e in rappresentanza di tutte le donne cittadine di Sirtori, arrivando anche agli uomini. Abbiamo per questo deciso di donare simbolicamente uno smalto che sta a simboleggiare il fatto che non ci sia nessun indumento che possa giustificare la cultura ancora troppo radicata della violenza, nessuna attenuante. Siamo spesso abituati a sentire che i gesti di violenza sono stati provocati dalla donna, vestita in modo troppo attraente e troppo sensuale" ha continuato la consigliera.
L'amministrazione comunale ha voluto in questo modo ringraziare tutte le donne per la lunga battaglia ogni giorno conducono nella quotidianità, nella famiglia e nelle istituzioni. Il grazie è stato rivolto in particolar modo dal sindaco Rosa, dalla consigliera Romana Spreafico (con delega alla tutela delle donne) e dalla consigliera Sarracino che si sono occupati dell'organizzazione di questo momento.

"Quando le donne combattono per ideali di uguaglianza, unite, si crea quella sinergia fondamentale. Le dipendenti comunali che abbiamo ringraziato quest'oggi hanno visto un processo di cambiamento nella cultura e hanno visto mutare il modo di approcciarsi a loro come donne, superando anche il preconcetto di catalogare alcuni lavori come prettamente maschili. È emersa in loro una percezione di speranza e siamo molto contenti di ciò" ci ha detto Sarracino.
L'amministrazione ha voluto far passare l'importante tema della violenza, non solo fisica ma anche psicologica e economica, affermando che questa ha un comun denominatore: il silenzio. Molto spesso, infatti, l'asticella del limite viene portata troppo in alto e alcune donne continuano a sopportare fino all'estremo.

"Le tempistiche tecniche non ci hanno permesso di organizzare iniziative più grandi, ma sicuramente il prossimo anno avremo la possibilità di organizzare una campagna di prevenzione mirata. Il nostro obiettivo infatti è creare un calendario di proposte durante tutto l'anno a venire al fine di proporre una serie di iniziative che coinvolgano tutti gli ambiti dove si deve realizzare una sinergia per combattere questa battaglia: all'interno delle associazioni, in Comune e a scuola, dove è necessario spiegare anche ai più piccoli l'importanza del rispetto" il commento finale del sindaco Matteo Rosa.
S.L.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco