Scritto Venerd́ 03 dicembre 2021 alle 17:12

Sirone: musical ''Incantesimo di Natale'' al teatro S.Carlo il 19

Riapre il teatro San Carlo di Sirone. Dopo il lungo periodo di chiusura forzato a causa del Covid-19, la commissione del teatro ha deciso di riaprire al pubblico proponendo una iniziativa per le famiglie.
"In occasione del Natale, abbiamo pensato di farci e farvi un regalo: dopo un lungo tempo di chiusura forzata riapriremo il sipario, proponendo un musical natalizio per grandi e piccini, sperando che sia l'inizio di una serie di eventi" spiega la commissione, presentando lo spettacolo in programma per domenica 19 dicembre alle 15.45.

Il musical "Incantesimo di Natale" sarà interpretato da "cuori con le ali", il gruppo che ha già interpretato, riscontrando grandi successi dal nostro pubblico, i musical "Dancing Queen", "Grease" e "La bella e la bestia". L'evento si svolgerà in collaborazione con l'associazione Telethon. Il costo del biglietto di ingresso è di 10 euro, che scenderà a 6 euro per il ridotto (bambini dalla prima elementare fino alla terza media; per i bambini della scuola d'infanzia l'ingresso è libero). Nel caso di famiglie, o accompagnatori con due o più bambini, uno paga ridotto dal secondo la quota si ridurrà a 3 euro.
La prevendita del biglietto sarà possibile ogni sabato e domenica prima della data del musical, a cui si aggiungono il 7 e 8 dicembre.
Di seguito un riassunto della trama che andrà in scena: "L'unione fa la forza": questo dovrebbe essere il pensiero costante il giorno della Vigilia nel Villaggio di Babbo Natale dove, invece, Elfi e Renne non fanno altro che litigare su chi di loro sia il migliore. Ad ingarbugliare la situazione ci pensa, poi, una Fata birichina che lancia un incantesimo, trasformando gli Elfi in Renne e viceversa. Se "vestendo i panni degli altri", riusciranno ad apprezzare i rispettivi pregi, ognuno tornerà ad essere se stesso immediatamente, ma, non solo il tempo è tiranno perché allo scoccare della mezzanotte l'incantesimo sarà irreversibile, bensì c'è chi è più accondiscendente, chi non ci mette il giusto impegno e, chi, ancora, combina più danni con la sua sbadataggine. Ciliegina sulla torta: Babbo Natale non è a conoscenza di ciò che è successo quindi 'avvicendarsi di rocambolesche situazioni ed equivoci comici è inevitabile mentre Petri e Comet, rispettivamente capigruppo di Elfi e Renne, insieme a Leila, moglie di Babbo Natale, tentano di mantenere il segreto ed impartire la lezione "morale" che può sciogliere la magia: andare oltre sé stessi per capire che gli altri, con cui ci rapportiamo, hanno caratteristiche e punti di vista differenti dai quali possiamo essere completati e, non per forza, contrastati".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco