Scritto Sabato 11 settembre 2010 alle 13:42

Suello: non ce l'ha fatta Teresa Valsecchi, aggredita lo scorso agosto con decine di coltellate dal vicino di casa marocchino

Si è spenta nella tarda serata di ieri all'ospedale di Lecco, dove si trovava ricoverata dallo scorso 17 agosto, Teresa Valsecchi, la cinquantenne residente a Suello vittima di un'aggressione ad opera di un cittadino marocchino.
Quel pomeriggio infatti la donna, mentre si trovava presso la sua abitazione di via Mauri nel cuore del paese, era stata ripetutamente colpita dal suo aggressore con decine di fendenti inflitti con un'arma da taglio, sotto gli occhi terrorizzati della figlia 19enne.
Le condizioni di Teresa Valsecchi, da subito apparse gravi, si erano stabilizzate nel corso delle ultime settimane, tanto da far sperare in un miglioramento del quadro clinico.
Nella notte di ieri un improvviso peggioramento delle condizioni ha portato dopo ore di agonia, al decesso della 50enne, tra il dolore e le lacrime di un intero paese che questa mattina si è stretto, incredulo, attorno ai familiari della vittima.

L'abitazione di Via Mauri dove era avvenuta l'aggressione

Classe 1960, sposata con Giovanni Dell'Oro e madre di Simona e Giovanna, Teresa Valsecchi viene ricordata da tutti come una donna dall'animo gentile e generoso, sempre pronta ad offrire il proprio aiuto alla comunità e ai familiari. Da qualche tempo infatti era solita accudire la madre, anziana, dividendo il proprio tempo con la figlia 19enne Giovanna, anche lei ferita della furia del marocchino durante l'aggressione.
La notizia della scomparsa di Teresa Valsecchi ha raggelato il risveglio di Suello, riproponendo con drammatica attualità i terribili momenti della colluttazione e dell'intervento delle forze dell'ordine.
Sono ancora in molti, in paese, ad interrogarsi sulle ragioni di un gesto apparentemente inspiegabile.
Lo stesso Mohamed Elbouardy, autore dell'aggressione, era conosciuto da tutti; viveva insieme alla sorella in un appartamento distante poche centinaia di metri dalla palazzina della vittima.
Con la morte della 50enne sembra aggravarsi la posizione del 39enne marocchino, arrestato subito dopo la tragica aggressione, per tentato omicidio.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco