Scritto Giovedì 02 dicembre 2010 alle 21:23

Barzanò: sul sito contaminato di Via Roma sono stati effettuati i controlli del caso. Non è a rischio la salute pubblica

L'assessore Cazzaniga
Con riferimento all'articolo apparso il giorno 30/11/2010 alle ore 19.17 dal titolo "Airuno Brivio, Calco e Verderio I. tra i 17 "siti contaminati" della nostra Provincia". Il censimento regionale del Sole 24 ore", al fine di evitare allarmismi ingiustificati, si vuole informare che il Comune di Barzanò appare nell'elenco regionale di tali siti, unicamente per un serbatoio dell'area servizio distribuzione carburante per autovetture della Società Esso, situata lungo la Strada Provinciale "La Santa", risultato difettoso.

Dopo approfonditi e puntuali controlli effettuati dagli Organi competenti (Arpa, Asl, Amministrazione Provinciale, etc...)è in atto la sostituzione di ambedue i serbatori interrati presenti nell'area servizi.
Ciò per tranquillizzare i cittadini, affinchè non temano che sul territorio comunale di Barzanò insistono siti inquinati con pregiudizio della salute pubblica.

Ringrazio per l'attenzione

L'assessore all'ambiente, Gabriele Cazzaniga
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco