Scritto Giovedý 30 dicembre 2010 alle 09:20

Oggiono: il Pdl ha cambiato idea sulla sistemazione dell’area ex Multisala. Credo proprio di avere toccato il nervo scoperto di alcuni

Credo proprio di aver toccato un nervo scoperto per alcuni!
Il consigliere Turba

Aver evidenziato come la componente Pdl della maggioranza oggionese abbia mutato orientamento rispetto alla risistemazione dell'area ex Multisala in accordo con la società Rex (allora vista come l'ingordo approfittatore) ha scatenato le ire dell'assessore Lamberto Lietti.

Nulla di personale nelle mie osservazioni, anzi, ho solo voluto sottolineare una non coerenza amministrativa da parte di chi un anno fa di questo progetto nemmeno ne voleva sentire parlare (uscendo dal consiglio al momento del voto) ed ora se ne fa paladino.

Mutatis mutandis, le cose cambiano mi si risponderà.

Certo, a mio vedere però sono cambiate solo le poltrone su cui ci si siede.

La sistemazione dell'area e gli accordi col privato invece non sono radicalmente mutati, se non per un aumento di urbanizzazione nella zona, che mi sono permesso di denunciare. Se questo può aver dato fastidio il problema non riguarda certo la mia coerenza come qualcuno vorrebbe insinuare.

Spero invece come auspicato dal consigliere Giada Lietti e dal Sindaco, vi siano momenti di incontro ed illustrazione del progetto così da permettere, a chi come il sottoscritto era scettico sul primo accordo e lo rimane su quello oggi presentato (non cambiando pertanto la propria opinione solo per la mutata amministrazione comunale) di valutare la bontà della proposta che verrà presentata al Consiglio comunale e alla cittadinanza di Oggiono, e di maturare un diverso convincimento, però alla luce del sole.

Infatti a differenza di qualcuno che fa parte di un partito formato da persone che arrivano da esperienze politiche le più disparate, da estrema destra come da estrema sinistra, spesso seguendo l'opportunità del momento, il sottoscritto negli ultimi vent'anni non ha mai militato in alcuna formazione politica e l'ha praticata solo all'interno di formazioni civiche che, come spesso accade nelle nostre realtà, raggruppano persone di diversa estrazione accomunate dalla volontà di lavorare per il bene della comunità.

Le idee di fondo, di libertà, frutto del rifiuto di ogni forma di violenza, di sussidiarietà e solidarietà in campo istituzionale e amministrativo, di libera impresa, maturate e dimostrate nel corso di una vita non sono mai mutate a prescindere dal mutare delle condizioni politiche, come invece spesso accade, e sono testimoniate dall'amicizia di persone e personaggi di ogni estrazione politica e sociale.

Questi ideali sono e restano i miei punti fissi nell'azione amministrativa che sono stato chiamato a portare avanti e questi mi guideranno anche nelle scelte che dovrò adottare sull'area ex Multisala e sulla futura sede dei servizi comunali.

Continuerò a farlo da uomo libero, guardando a quella formazione (Pdl) cui altri appartengono, con distacco, certo che quella mai sarà la mia casa, vedendo certamente in altri movimenti la trasparenza, la voglia di rinnovamento e modernizzazione del Paese, la concretezza del fare bene per la propria gente e la volontà di perseguire quei valori che ho sempre professato.

Comm. Giancarlo Turba - Consigliere comunale
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco