Scritto Sabato 19 febbraio 2011 alle 12:08

Casate: qualche domanda e un’opinione sul progetto del centro cittadino. Con una richiesta: coinvolgiamo la popolazione

La scelta del progetto per il nuovo centro di Casatenovo è una scelta importante e delicata: inutile ricordare che da essa dipenderà buona parte della qualità della vita delle future generazioni di casatesi. Non si tratta, infatti, di scegliere semplicemente un modello piuttosto che l’altro ma anche di fare scelte ben più pesanti in termini di mobilità, viabilità, servizi, infrastrutture. Per questo motivo Generazione Italia Casatenovo/Futuro e Libertà per l’Italia considera decisivo ponderare bene la scelta anche a costo di ritardi e rimandi. E’ una scelta che Casatenovo non può permettersi di sbagliare.
A nostro avviso occorrono ulteriori e decisivi approfondimenti da parte del Consiglio Comunale e della Commissione costituitasi a tale scopo, approfondimenti legati proprio al come si intende riempire di contenuti il progetto: ad esempio, come si intende affrontare il problema viabilità che, giova ricordarlo, interesserà non solo Casatenovo ma anche i comuni limitrofi? Come si pensa di affrontare il nodo traffico che aumenterà per via del massiccio aumento della popolazione e, quindi, delle autovetture? Come si intendono potenziare i servizi per i vecchi e i nuovi cittadini? Quale tipo di infrastrutture si intende mettere in cantiere?

Generazione Italia Casatenovo

Per ora abbiamo visto solo due ottimi progetti di architettura ma non si può scegliere solo sulla base della bellezza delle soluzioni architettoniche, sull’onda dell’emozione o dell’impatto visivo. Ma se ci viene chiesto di fare una scelta, responsabilmente siamo piu' vicini al progetto dell'architetto Botta in quanto si vede per lo meno una piazza, cosa che Casatenovo non ha mai avuto e anche se il progetto risulta sicuramente monumentale identificherebbe il nostro paese negli anni nell'ambito regionale. Ad ogni modo, altre valutazioni devono necessariamente entrare in gioco. Prima, non successivamente; possibilmente in fase di scelta e non dopo che questa è stata effettuata. Prima ci si chiarisce le idee su come affrontare le criticità e di conseguenza si adatta il progetto architettonico. Non viceversa. Un’altra criticità che ravvisiamo: la cittadinanza è stata adeguatamente informata? Ci permettiamo di nutrire più di un dubbio: è vero che i progetti sono a disposizione in municipio e sul sito  internet comunale ma un maggiore coinvolgimento dei cittadini attraverso, ad esempio, riunioni rionali e di frazione non avrebbero certo fatto male. La gente ha diritto ad essere coinvolta su decisioni che avranno impatto su di essa. Le 11 mail ricevute dal sito comunale non possono in alcun modo considerarsi un campione rappresentativo delle preferenze dei cittadini. Per questo motivo invidiamo le certezze della Maggioranza. Per questo motivo auspichiamo un supplemento di analisi e di riflessione.
Generazione Italia Casatenovo - Futuro e Libertà per l’Italia
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco