Scritto Giovedý 09 giugno 2011 alle 19:06

Valaperta: siamo isolati in attesa della ciclabile per Usmate

Mi capita da 16 anni di riascoltare le scuse sul rifiuto ad aggiungere 850 metri di ciclabile per collegare i Comuni di Casatenovo e Usmate. Spese che non rientrano nel Patto di stabilità ,la tomba dei Partigiani, la priorità di Via della Resistenza...etc etc..
In più occasioni il Sindaco in carica si è vantato di adoperarsi a favore della non emarginazione ed immobilità delle periferie rispetto al centro e ai luoghi di accessibilità ai mezzi di collegamento. A Valaperta ci chiediamo se ha mai considerato noi in tali progetti poichè non ci risulta proprio... I mezzi che portano noi, compresi gli studenti giovani, in centro hanno frequenze ridicole e a volte inesistenti...
Se i nostri figli non si iscrivono all'Istituto Greppi e vogliono andarre al Gandhi, Oggiono, etc..sono ''tagliati fuori'' a meno che non gli si dia un motorino, non abbiano madri automunite e casalinghe o nonni a disposizione. Sono molti coloro che in questi anni hanno scelto per i loro figli l'Istituto secondario Luini di Usmate ma non ci sono trasporti e la pericolosità del vallone che collega Valaperta a Usmate ci impedisce di mandarceli in bici.. solo un sistema di colaborazione privata ha permesso ciò fino ad oggi.
Ora, la consapevolezza che il senso di libertà parte dalla possibilità di poter scegliere e di muoversi AUTONOMAMENTE, a maggior ragione quando questo riguarda i nostri giovani. Un Comune che non fa i conti con l'incremento demografico, l'urbanizzazione in aumento soprattutto nella propria periferia e non mette a regime i servizi di paripasso, è un Comune a mio avviso poco civile che offre dormitori ai propri cittaddini. Un Comune che non mette in sicurezza zone che sono divenute ad alta percorrenza, è un Comune poco civile che si rende in prima persona responsabile delle scelte giovanili e delle difficoltà di aggregazione delle nuove generazioni.
Non essere riusciti ad aggiungere 850 metri di strada con la scusa di non toccare la tomba dei Partigiani è a mio parere vergognoso, patetico e demagogico.
Rita
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco