Scritto Giovedý 29 settembre 2011 alle 15:57

Giustificati i tagli ai comuni

Spezzo una lancia a favore del governo (di questo passo presto mi metterò a tessere le lodi di Al Qaida o del Ku Klux Klan) e affermo che i tagli ai comuni previsti sistematicamente nelle finanziarie sono più che mai giustificati e sacrosanti.

I sindaci piangono miseria per abitudine, senza rendersi conto di rappresentare la miniatura dello scempio che vediamo perpetrare ogni giorno a Roma dai loro fratelli maggiori. Tutte le mattine si leggono articoli di assessori, sindaci e amministratori comunali arraffoni, truffatori, indagati e inquisiti e già capiamo dove finisce la metà dei nostri soldi, l'altra metà viene spesa in opere totalmente inventate, costosissime e del tutto superflue, anche se mascherate da interventi urbani di ordine e sicurezza. Nessun comune, provincia o regione in reali difficoltà economiche si sognerebbe di costruire quattro rotonde (negli ultimi anni c'è un vero business delle rotonde, lo sappiamo) tra due paesi, Casatenovo (il mio) e Lesmo divisi da una strada dritta di 5,5 chilometri.

Bene, evviva la modernità, ma sono state costruite tutte e quattro dove nemmeno c'erano incroci.
Cordiali saluti

L'unica ragione sensata per costruire una rotonda è sostituirla a un semaforo, ma qui non ci sono nemmeno 4 strade per giustificarla, solo pezzi dritti che adesso costringono autobus scolastici, camion e automobilisti a scomodissime manovre di aggiramento e rallentamenti a catena.

Aspettiamo la QUINTA, magari costruita sul sagrato di qualche chiesa parrocchiale, da qualcuno dei nostri faraoni di comune, provincia e regione.

Stefano Ferrari
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco