Scritto Domenica 01 aprile 2012 alle 12:31

Monti sta sbagliando

Si può ancora dire oggi che il nuovo governo Monti voluto fortemente da Napolitano a seguito della disastrosa e debitoria esperienza di Berlusconi e della Lega Nord, stia tenendo fede all'impegno di distribuire equamente i sacrifici fra tutti gli italiani?

La risposta è no. Questo sopratutto su mercato del lavoro e pensioni.

Il Presidente del Consiglio ha il pallino dei mercati. Vuole mandare segnali ai mercati che l'Italia sta cambiando.
Non si cura troppo se le necessarie riforme trovano il consenso dei sindacati e del Parlamento.

Monti dice di sentirsi il più tedesco degli italiani. E allora lo faccia fino in fondo.
Adotti per esempio il modello tedesco sui licenziamenti. Avrà l'accordo di tutti senza un minuto di sciopero.

Un consiglio: faccia come Ciampi che nel 1993 con l'accordo di tutti portò l'Italia dal rischio bancarotta fino al gruppo di testa della moneta unica europea.
Questa è la strada del consenso nel paese, una strada sicura senza dirupi. Non basta il consenso dei mercati.

Valentino Crippa
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco