Scritto Giovedý 19 aprile 2012 alle 10:13

Dolzago: provo a rispiegare al collega Ferrari come appaltare i lavori della rotonda di Peslago

Adelio Isella
Leggo le dichiarazioni del Sindaco Ferrari e mi spiace smentirlo ancora una volta. Se Lui avesse avuto rapporti normali con l’allora Assessore Spreafico, forse gli avrebbe suggerito da un punto di vista pratico e non burocratico come appaltare quei lavori. Ad una riunione dei Sindaci di zona, gli avevo esposto come eventualmente affrontare il problema e se per caso fa finta di non ricordarsi glielo espongo di nuovo. Sulla spesa preventivata di 348.500 euro ricavata dai prezzi esposti per le singole voci dalla Camera di Commercio di Milano si mandavano in appalto i lavori rivedendo le voci nella loro complessità ridotte del 18-20%. Così facendo si sarebbe arrivati ad una riduzione dei famigerati 50.000 euro. <<Grosso modo era la cifra che doveva sostenere il Comune di Dolzago, che in quel momento non aveva in quanto la disponibilità era di 20.000 Euro>>. Fermo restando che Oggiono doveva versare 8.800 Euro e l’Amministrazione Provinciale 17.600 Euro. Nell’appalto anziché avere il 18-20% di sconto da praticare sui prezzi della Camera di Commercio di Milano, le imprese avrebbero applicato lo sconto dall’1 al 4% sui prezzi proposti per l’appalto che risultano ancora fattibili oggi, visto la forte crisi in atto nel settore dell’edilizia. Rammento al Sindaco Ferrari, che in quel periodo il Comune di Dolzago ha appaltato i lavori per la costruzione degli spogliatoi del Centro Sportivo per l’importo di 320.000 Euro. Prezzi dettati dai costi elaborati dalla Camera di Commercio di Milano con un ribasso del 25%. L’opera che si sarebbe andata a realizzare, tutto sommato era una rotonda e non una scuola o un asilo. Se l’appalto fosse andato deserto, almeno sarebbe stato fatto un tentativo! A tutt’oggi non ci sono ancora i progetti esecutivi, in quanto il reale progetto politico sta nel realizzare l’opera laddove viene proposta oggi. Tant’è vero e il Sindaco Ferrari non lo nega, da già per scontato l’utilizzo in modo esclusivo del contributo proposto dall’Amministrazione Provinciale. Evidentemente si sente già assicurato ed appoggiato dall’Assessore Provinciale che indossa la stessa casacca politica. In questi pochi anni ho imparato a conoscere Ferrari come Amministratore e debbo dedurre che, se un’iniziativa parte da Lui è fattibile, altrimenti nascono perplessità. Rispetto la sua preparazione burocratica amministrativa, ma in questo caso, per essere concreti, bastava fare un semplice conto matematico prima per l’appalto e poi una nuova suddivisione in base alla contabilità finale per aggiustare il tiro. In parole povere bastava fare il “conto della serva”.
Adelio Isella - Sindaco di Dolzago
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco