Scritto Luned́ 06 giugno 2016 alle 09:26

Nibionno: quorum raggiunto, soddisfatto Usuelli. Scampato il ''rischio commissario''

A Nibionno la notte di seggi e scrutini si è conclusa positivamente per l'unico candidato sindaco, l'uscente Claudio Usuelli. L'agognato quorum è stato raggiunto, anche se non è stato così facile. Intorno a mezzogiorno infatti, la percentuale di affluenza alle urne era ancora molto bassa e ben lontana dal necessario 50% più uno degli aventi diritto.
È stato poi il pomeriggio a risollevare le sorti dell'unica lista presentatasi alla corsa elettorale che alla fine è riuscita a raggiungere il 56,62% di votanti. Una volta ottenuto il quorum, la vittoria non poteva ancora dirsi certa poiché sono le schede e i voti validi che contano e solo questi possono confermare il superamento della fatidica soglia.

Da destra Stefano Gioia, Natale Riccardi, il sindaco Claudio Usuelli e Giovanni Isella

Sembra un'esagerazione, ma in caso di insuccesso il destino del comune sarebbe stato il commissariamento che garantisce solo un'ordinaria amministrazione, senza la possibilità di un confronto con la popolazione. "Era importante che i cittadini conoscessero questa possibilità. Senza fare terrorismo psicologico, l'opzione del commissariamento la volevamo proprio evitare perché significava mettere Nibionno in una fase completamente di stallo" ha spiegato Claudio Usuelli durante gli scrutini. "Cinque anni fa non ero così teso e preoccupato. Perdere contro un altro candidato e un'altra lista è una cosa, significa che loro sono stati migliori e che c'è stata comunque una competizione stimolante, ma perdere per un quorum non raggiunto significa proprio che i cittadini non ti vogliono" ha continuato. "In realtà posso capire perché la percentuale di affluenza ai voti non sia stata stupefacente, qui come nella maggior parte dei paesi a noi vicini: c'è una forte sfiducia nel governo e nelle istituzioni, a qualsiasi livello. Anche la giornata di votazioni così vicina al ponte del 2 giugno non aiuta, forse la pioggia in questo caso possiamo considerarla una fortuna".

VIDEO



Terminato lo spoglio delle schede, il totale è stato di 1594 voti, di cui 1444 validi; le schede bianche sono state 62 mentre quelle nulle 88. Ai cittadini si chiedeva anche di segnalare una preferenza all'interno delle liste elettorali e i risultati finali vedono in testa il giovane Stefano Gioia con 52 voti, seguito subito dopo da Laura Puttini con 49. "Amministrare senza una minoranza sarà strano e diverso, toccherà alla cittadinanza ricoprire l'indispensabile ruolo di opposizione" ha sottolineato il riconfermato primo cittadino.
Una delle priorità dei prossimi cinque anni di mandato è sicuramente la conclusione dell'iter per la realizzazione del nuovo ponte sulla SS36 che si trova ormai in dirittura d'arrivo e il mantenimento di un lodevole record che vede le tasse nibionnesi agli stessi identici livelli da ben 5 anni.

Claudio Usuelli, sindaco di Nibionno per la seconda volta

"Una delle prime cose che desideriamo realizzare, e che negli anni scorsi ammettiamo di non essere riusciti ad inserire in programma, è una sistemazione generale e definitiva dei marciapiedi del nostro paese che necessitano di profonda manutenzione. Nello scorso mandato abbiamo fatto sicuramente un po' di fatica poiché ci trovavamo con numerosi mutui, di entità non indifferenti, che il comune doveva sostenere. Ora questi mutui si stanno progressivamente estinguendo e questo ci permetterà di avere un po' più di respiro dandoci la possibilità di un orizzonte progettuale più ampio"
ha concluso Usuelli.
Trattandosi di una lista unica, tutti i candidati occuperanno i dodici posti a disposizione.

AVENTI DIRITTO AL VOTO: 2815
VOTANTI: 1594 (56,62%)
VOTI VALIDI: 1444
SCHEDE BIANCHE: 62
SCHEDE NULLE: 88

Le preferenze:

Stefano Gioia 52; Laura Puttini 49; Roberto Gemetto 48; Giovanni Bisanti Panzuti 46; Natale Riccardi 35; Fabio Tripicchio 27; Gabriele Rigamonti 24; Antonio Colombo 22; Martina Bissolo 20; Giovanni Isella 18; Matteo Trivella 11; Barbara Dalla Valle 9.

 

Beatrice Giudici
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco