Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.198.452
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 19 marzo 2017 alle 18:05

Casate: 40 visite di prevenzione per il mese azzurro con la LILT

Anche quest’anno le volontarie casatesi della LILT – Lega Italiana per la Lotta ai Tumori – si sono impegnate per dedicare il mese di marzo alla prevenzione delle patologie oncologiche maschili.
Un progetto “gemello” a quello che coinvolge ormai tantissime donne, a Casatenovo come in tutta Italia, che nel mese “rosa” di ottobre hanno la possibilità di sottoporsi a visite gratuite di prevenzione contro i tumori femminili.

Le volontarie della Lilt con alcuni partecipanti

Dall’anno scorso, la LILT casatese, guidata dalla presidentessa Emilia Corti e composta da un gran numero di volontarie, ha deciso di organizzare visite gratuite dedicate alla prevenzione del tumore alla prostata.
Si tratta di una delle patologie oncologiche più diffuse negli uomini, con circa 35.000 nuovi casi registrati ogni anno in Italia. Fondamentale è la prevenzione, che resta il motto e il valore fondante della LILT.
“Dopo la buona partecipazione dell’anno scorso, anche quest’anno molti uomini hanno aderito alla campagna di prevenzione al tumore prostatico”, hanno spiegato le volontarie LILT presenti sabato mattina nei locali della Casa di Riposo Monzini, sede della sezione casatese, con il dottor Sergio Invernizzi.

Alcune volontarie con il dottor Invernizzi

“Sono state effettuate le prime visite gratuite, in un’iniziativa organizzata nel mese azzurro e in concomitanza con la festa del papà” hanno proseguito le volontarie. Altrettante visite sono state invece fissate per sabato 1 aprile, sempre nei locali della Casa di Riposo Monzini. “In totale sono stati coinvolti una quarantina di uomini, un bellissimo risultato. Vorremmo ringraziare Acel Service per il generoso contributo che ha permesso la realizzazione di questa campagna”.
Oltre ad organizzare le varie campagne, il gruppo LILT è attivo tutto l’anno sul territorio casatese con iniziative di sensibilizzazione e visite di prevenzione effettuate presso la sede della Casa di Riposo Monzino.
L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco