• Sei il visitatore n° 332.637.333
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 09 maggio 2017 alle 09:47

Silea e il PD

Dalla presentazione del documento - che vox populi dava già per scontato da tempo - del Partito Democratico riguardo il progetto di teleriscaldamento:

"Si tratta di un'importante presa di posizione da parte del Partito Democratico lecchese - afferma Vittorio Campione, responsabile delle società partecipate per il PD provinciale - si fa finalmente chiarezza su un tema importante e delicato, al di là delle informazioni parziali e imprecise, quando non prive di fondamento, che sono circolate negli ultimi tempi. Nel periodo delle cosiddette post verità (o "bufale"), sono tanti i soggetti che hanno voluto soffiare sul fuoco delle polemiche, comprese alcune forze politiche. Il PD ribadisce che l'ambiente e la salute sono due temi seri e come tali devono essere affrontati, basandosi su dati concreti e su verità scientifiche."

Penso proprio che non ci si riferisca agli Esperti del Comitato Rifiuti Zero: personalmente, dopo le poco convincenti spiegazioni ricevute, proprio su queste pagine,
dai maggiori Esponenti di Silea, ho deciso di assistere ad un incontro pubblico tenuto dal Comitato, dove con dati e, soprattutto, logiche alla mano ho ricevuto risposte più chiare.
Il documento del PD, al di là delle scontate sottolineature sul ruolo istituzionale di SILEA, penso mai messo in discussione, mi lascia una strana sensazione: pare la ratifica di qualcosa già "scritto", forse in altre sedi. Una sensazione ....
Poi riguardo alla "chiarezza"...... si chieda alla stragrande maggioranza degli Amministratori del territorio, con quali competenze e su quali basi hanno fino ad oggi deliberato i vari passaggi del progetto. Ora qualcuno si sveglia - appena - dal torpore e subito servono le prese di posizione agli alti livelli.
Non voglio essere frainteso: vorrei delle basi certe, 1) sanitarie 2) ambientali 3) economiche che sorreggano il progetto, in modo che chi ci amministra (in questo caso "vende" in nostro futuro e la qualità della nostra vita), possa farlo SERENAMENTE e CONSAPEVOLMENTE.

Non come è successo, mi ripeto, fino ad oggi: siamo in una società libera e (s)fortunatamente trapela tutto.....poi, ovviamente, i canali ufficiali raccontano un'altra storia.

Mi si perdoni questo sassolino tolto dalla scarpa, ma questa politica, ovattata fino al filtraggio delle varie verità, mi pare lontana dalla "buona politica" di cui si parlava pochi giorni fa ed ancora presente sui muri.

Cordialmente,
Sala Alfio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco