Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 310.658.056
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 31 maggio 2017 alle 20:04

Servizio Civile con ProgettoMondo Mlal. Aperti i bandi

Sono quasi tutti laureati e over 26 anni i giovani italiani che, negli ultimi dieci anni, hanno scelto di trascorre un anno di servizio civile lontani da casa con l'Ong ProgettoMondo Mlal: il 66% sono donne, il 60% hanno una laurea magistrale o master e il 30% una laurea triennale.
Dal 2007 ProgettoMondo Mlal ha accompagnato al Servizio civile 88 ragazzi, dei quali 75 all'estero, e ora l'Ong veronese che promuove programmi di sviluppo in America Latina e Africa, mette a disposizione 10 posti per il Servizio Civile all'estero e 5 in Italia. Per aderire c'è tempo fino alle 14 del 26 giugno.
Evidenzia Mario Mancini, presidente di ProgettoMondo Mlal: "In un momento storico incerto per i giovani il Servizio Civile, che è remunerato, può aprire nuove possibilità lavorative e rappresentare, in ogni caso, una vera esperienza di vita".

È quanto successo a Cristiano Bassanini di Lodi, da sempre appassionato di cultura e lingua araba. Dopo la laurea in scienze giuridiche, un'esperienza lavorativa in una ditta di trasporti e il Servizio civile in Marocco con ProgettoMondo Mlal è diventato cooperante della stessa Ong per cui è stato capo progetto in Burkina Faso, dove ha anche incontrato l'anima gemella, e ora in Marocco. "La mia scelta - racconta Cristiano - è stata dettata dal desiderio di stare nella parte di mondo di chi vive situazioni di ingiustizia e disagio o negazione dei diritti umani. Il servizio civile prima di tutto fa bene a se stessi e poi agli altri: innesca un processo di riflessione e di maturità personali e per questo lo consiglio a tutti i ragazzi".

Le opportunità di quest'anno sono molte, tutte destinate a ragazzi e ragazze tra i 18 e 29 anni non ancora compiuti. Il Marocco attende 4 giovani, a Beni Mellal, per il settore dell'educazione e istruzione. Altri 4 sono destinati al Perù dove, a Lima, si impegneranno per la tutela dell'infanzia e dell'adolescenza nel campo dei diritti umani. Chi sceglierà come meta la Bolivia, per la quale ci sono 2 posti disponibili, raggiungerà La Paz per interventi nella tutela dell'infanzia e adolescenza, oltre che in materia di sicurezza alimentare. Infine 2 giovani andranno in Brasile, a Tamandarè, per la tutela dei piccoli nello sviluppo scolastico e lavorativo.

In Italia ProgettoMondo Mlal è pronta a far salire a bordo 4 giovani a Verona e uno a Rovereto nel settore educazione e promozione culturale e per l'educazione alla pace. Le offerte sono consultabili sul sito Focsiv (www.focsiv.it).

L'invio della domanda può essere effettuato con posta elettronica certificata a info@pec.mlal.org, oppure tramite raccomandata o con consegna a mano a ProgettoMondo Mlal viale Palladio 16 37138 Verona. Per dubbi o informazioni scrivere a serviziocivile@mlal.org.

Forte della sua decennale esperienza, ProgettoMondo Mlal ha tracciato un identikit del Casco bianco tipo: donna (65,9%), uomo (34,1%), di età compresa tra i 27 (23,8%) e i 26 anni (22,7%), in numero minore 28 anni (10,2%), 22 e 24 anni (9,1%), il resto sotto i 22 anni. Scolarità alta con il 60% laurea magistrale o master, 30% laurea triennale, 10% diplomati. Vive al Nord il 65,9% dei giovani, il 19,3% nel Centro Italia e il 14,7% al Sud. L'85,2% ha scelto il Servizio civile all'estero mentre il restante 14,8% è rimasto in Italia.

Le destinazioni, a seconda dei progetti, sono state principalmente la Bolivia (20,4%), il Marocco (18,1%), il Perù (13,6%), Brasile (11,3%) e a seguire Mozambico, Nicaragua, Guatemala e Burkina Faso. La maggior parte si è ritenuta soddisfatta dell'esperienza, ritenendola di crescita umana (85%) con un aumento di autostima, capacità organizzativa e tolleranza.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco