Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.086.278
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Lunedì 12 giugno 2017 alle 19:44

Il candidato Redaelli: ''il risultato di Crippa meritato, ma un cittadino su due non ha votato''

Silvana Redaelli
''Faccio i miei complimenti alla lista di Bruno Crippa, con il cuore, davvero. Ma credo che questa volta a vincere sia stato l'astensionismo: un missagliese su due non ha votato''
. A commentare oggi l'esito elettorale che ha riconsegnato la guida del paese nelle mani della maggioranza uscente è il candidato sindaco della lista civica ''Per Missaglia e frazioni'', sostenuta da Lega Nord e Forza Italia, Silvana Redaelli che domenica sera, quando il risultato delle urne pareva già piuttosto chiaro, ha preferito lasciare i seggi.
''I nostri avversari sono stati bravissimi e a giudicare dal risultato netto, si sono meritati questa vittoria. Personalmente però, mi sarebbe piaciuto conoscere l'opinione di chi a votare non ci è andato'' ha aggiunto la candidata del centro destra, già proiettata nel ruolo di consigliere di minoranza. ''Abbiamo fatto il meglio che potevamo e ora ci tocca lavorare e impegnarci per chi ci ha dato il voto''.
Silvana Redaelli si dice pronta a collaborare con la maggioranza del sindaco Crippa. ''L'obiettivo è quello di fare un'opposizione costruttiva, nella speranza di riuscire a fare qualcosa insieme, al di là delle vedute sui singoli temi che potranno essere differenti. Dire no a priori non è il mio stile: ritengo invece che sia meglio incrociare due orientamenti, anche se diversi, per il bene di Missaglia. Vorrei che la mia attività potesse avere una finalità costruttiva, nel rispetto di quei cittadini, seppur pochi, che ci hanno dato il loro consenso''.
A favorire la sonora sconfitta della lista ''Per Missaglia e frazioni'' potrebbe essere stata, oltre all'astensionismo, la preferenza accordata da parte dell'elettorato di centro destra, alla lista di Crippa? Una domanda che i membri della formazione della Redaelli si stanno ponendo con insistenza all'indomani del verdetto elettorale. ''Non lo so, potrebbe anche darsi, ma onestamente non mi soffermerei su questo aspetto. Piuttosto mi farei qualche domanda in più per capire cosa non ha funzionato. Per il resto credo che da ogni esperienza ci sia sempre da imparare'' ha concluso Silvana Redaelli.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco