• Sei il visitatore n° 361.818.008
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 30 giugno 2017 alle 10:47

Rogeno: Giovanni Antonio Esu, 59 anni, la vittima del sinistro mortale nella galleria ''Scoglio'' di Lierna, sulla superstrada 36

E' Giovanni Antonio Esu, di origini sarde, ma residente a Rogeno, la vittima del sinistro stradale avvenuto nella tarda serata di giovedì a Lierna, all'interno della galleria Scoglio.


Il 59enne, molto probabilmente a causa di un malore, avrebbe perso il controllo della sua Toyota, finendo per schiantarsi contro il guard-rail, colpendo in seconda battuta il muretto della piazzola di sosta; dopo essersi ribaltato, il mezzo ha poi preso fuoco.
Un impatto devastante, come si evince dalle condizioni della vettura, ridotta ad un ammasso di lamiere accartocciate e in parte carbonizzate.
A nulla è servito l'immediato intervento dei sanitari del 118, portatisi sul posto con un'ambulanza del Soccorso Bellanese e un'automedica, supportati poi dai Vigili del Fuoco, che con l'ausilio dei propri attrezzi da lavoro, hanno liberato il rogenese dall'abitacolo del mezzo.


La superstrada 36, scenario del drammatico sinistro, è rimasta chiusa al transito dei mezzi - in direzione sud - sino alle ore 2 circa, per consentire le operazioni di soccorso e i rilievi da parte della Polizia stradale di Lecco e Bellano, intervenuti con più pattuglie anche per questioni relative alla viabilità.
Spetterà infatti agli agenti coordinati dal comandante Mauro Livolsi, ricostruire con esattezza la dinamica del sinistro che ha portato alla morte del 59enne di Rogeno, che probabilmente nella tarda serata di ieri stava facendo ritorno a casa. I rilievi sono infatti proseguiti questa mattina, mentre la salma è già a disposizione della famiglia. Al momento infatti, non risulta che l'autorità giudiziaria - notiziata dell'evento come da prassi - abbia disposto l'autopsia, in virtù della dinamica piuttosto chiara, che non ha coinvolto altre persone.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco